Random Article


«All’inizio del settimo giorno», di Luc Lang

 
Luc Lang, All'inizio del settimo giorno
Luc Lang, All'inizio del settimo giorno
Luc Lang, All'inizio del settimo giorno

 
Scheda del libro
 

Autore: Luc Lang (tradizione di Maurizio Ferrara)
 
Titolo: All'inizio del settimo giorno
 
Casa editrice: Fazi
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788893251952
 
Pagine: 561
 
Formato: cartaceo, eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Luc Lang dipana una storia familiare che intriga e addolora, risveglia e acuisce pagina dopo pagina l’attenzione del lettore.

Aspetti negativi


La trama a tratti sembra dispiegarsi con una lentezza vagamente esasperante, nonostante lo stile veloce, la penna fluidissima. Un amor del dettaglio che rischia di far mordere il freno al lettore più impaziente e curioso.


In sintesi

All’inizio del settimo giorno è un romanzo di Luc Lang che ruota attorno a una storia familiare che intriga e addolora: leggi la nostra recensione.

0
Postedvenerdì, 18 maggio 2018 by

 
La nostra recensione
 
 
Luc Lang, All'inizio del settimo giorno

Luc Lang, All’inizio del settimo giorno

All’inizio del settimo giorno, nuovo romanzo di Luc Lang pubblicato in Italia da Fazi, fin dalle primissime pagine apre echi di mistero, suggerisce intrighi, intreccia abilmente pensieri e suggestioni.

All’inizio del settimo giorno

L’incidente di Camille Texier, donna in carriera e giovane madre di famiglia, che sfrecciava nottetempo sulla sua Austin rosso fiamma lontana da Parigi, per strade impensabili e impensate, portano Thomas, l’innamoratissimo marito, a dare corpo a tutta una serie di supposizioni che non escludono neppure il complotto internazionale.

Un lungo doloroso viaggio che porterà il giovane ingegnere informatico a scoperte clamorose, a segreti familiari che da anni giacevano sul fondo di alleanze silenziose che hanno via via diviso e allontanato, protetto e addolorato.

Confrontarsi con il passato

La penna meticolosa, moderna ma anche estremamente poetica di Lang cattura, pagina dopo pagina, la vita nel suo farsi e disfarsi, in un presente che diventa subito e malinconicamente passato. Istantanee, potremmo anche chiamarle così, che si fissano nella pupilla prima di smarrirsi per sempre nel grande, bruciante calderone della vita; vita che nonostante drammi e capovolgimenti, morti e rinascite, reclama attenzione. Impone la speranza. Pretende, volenti o nolenti, la nostra partecipazione.

Dalla Francia all’Africa, dai Pirenei a Maroua, il filo tortuoso e imprevedibile del destino condurrà il protagonista a un confronto sempre più serrato con il passato, portandolo nel contempo verso nuove e impensate sfide per costruire un futuro che, all’orizzonte, dopo tanto penare, dopo tanto buio, balugina più ricco di speranze e possibilità.




Giorgio Podestà

 
Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.