Random Article


«All’ombra di Julius», di Elizabeth Jane Howard

 
Elizabeth Jane Howard, All'ombra di Julius
Elizabeth Jane Howard, All'ombra di Julius
Elizabeth Jane Howard, All'ombra di Julius

 
Scheda del libro
 

Autore: Elizabeth Jane Howard (traduzione di Manuela Francescon)
 
Titolo: All'ombra di Julius
 
Casa editrice: Fazi
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788893253253
 
Pagine: 346
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Il linguaggio moderno con cui sono descritte alcune scene, le descrizioni della vita di campagna inglese, l'originalità di alcuni personaggi.

Aspetti negativi


La conclusione un po' affrettata che lascia molte domande in sospeso, la velocità con cui i protagonisti si innamorano (tutta la vicenda accade durante un week-end).


In sintesi

«All’ombra di Julius» è un romanzo che Elizabeth Jane Howard ha scritto nel 1965 e che, tuttavia, ha un che di molto moderno.

0
Posted lunedì, 9 aprile 2018 by

 
La nostra recensione
 
 
Elizabeth Jane Howard, All'ombra di Julius

Elizabeth Jane Howard, All’ombra di Julius

Da Fazi Editore arriva in Italia All’ombra di Julius, nuovo romanzo di Elizabeth Jane Howard, autrice nota per la saga dei Cazalet, composta da Gli anni della leggerezza, Il tempo dell’attesa, Confusione, Allontanarsi e Tutto cambia.

All’ombra di Julius

La trama del romanzo

La trama di All’ombra di Julius è ambientata venti anni dopo la morte di Julius. Il suo ultimo gesto eroico ha segnato non poco le vite delle persone che lo circondavano: la figlia minore Emma, di 27 anni, ha paura degli uomini, mentre la figlia maggiore Cressida, vedova di guerra, cerca di ritrovare l’amore legandosi a uomini già sposati.

Poi c’è Esme, la vedova, una donna di quasi sessant’anni ancora molto attraente e che non riesce a staccarsi dalla routine domestica della sua casa. Ci sarebbe poi anche Felix, l’ex amante di Esme: ha deciso di lasciare la donna quando Julius è morto. E poi c’è Dan, un perfetto estraneo. Questi personaggi si trovano a dover passare un weekend tutti insieme in campagna, in una serie di giornate piene di rivelazioni e di disastri. E su tutto incombe l’ombra ingombrante di Julius.

Un romanzo particolare

All’ombra di Julius è un libro particolare, non tanto per la storia, quanto per come è raccontata e per il fatto che, tecnicamente, questo romanzo è stato scritto nel 1965. Eppure, nell’approcciare i diversi personaggi, ha un che di notevolmente moderno. Il romanzo è distinto in tre blocchi e, ognuno di essi, è a sua volta suddiviso in diversi capitoli, ciascuno con una voce narrante: Esme, Emma, Cressy, Felix e Dan. Se vi sembra tutto molto frammentato, state tranquilli: Elizabeth Jane Howard è una scrittrice che sa il fatto suo e riesce amalgamare il tutto in maniera perfetta.

La trama non è niente di particolare, ma sono le premesse e il modo in cui la scrittrice ci descrive i personaggi ad essere veramente interessanti. Tutte le vicende sembrano essere scatenate dalla decisione di Julius, decisione che finisce per condizionare pesantemente anche il futuro, ma a ben vedere, tutto nasce da molto prima. Julius che, devo dire, può essere ammirato per il suo spirito di abnegazione e per il suo senso civico, ma ci insegna anche che a guardare troppo in là, si finisce col perdere di vista quello che ci circonda. È encomiabile il suo gesto, ma forse se avesse prestato maggior attenzione ai problemi di chi gli stava più vicino, allora le cose sarebbero potute andare in maniera molto diversa.

I personaggi, le atmosfere

Comunque sia, tutti i personaggi sono tratteggiati magistralmente e la particolarità dell’autrice è quella di aver descritto desideri, emozioni e fallimenti con una terminologia e una crudezza che non stonerebbero in un romanzo più moderno. Non nego che alcune scelte dei personaggi e alcune situazioni lascino un po’ l’amaro in bocca, ma sono indicative del fatto che spesso non conosciamo veramente le persone che ci stanno accanto. E anche del fatto che le persone riescono a vedere un medesimo fatto o persona con mille sfaccettature differenti, a volte anche contrapposte fra di loro.

Bellissime le atmosfere inglesi ricreate, le descrizioni delle campagne inglesi, dei cottage e dello stile di vita ci fanno rivivere sensazioni che associo a Orgoglio e pregiudizio o a Downton Abbey. Una chicca: quanto è inglese la consuetudine di avere un bollitore per il tè in camera?




Nymeria

 
Nerd inside, come scopo nella vita sto cercando di leggere tutta la letteratura fantasy possibile e immaginabile.. Beh, poi ci sono anche i manga, i videogiochi, i telefilm, i film... ce la farò?


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.