Random Article


Amica della mia giovinezza, di Alice Munro

 
Alice Munro, Amica della mia giovinezza
Alice Munro, Amica della mia giovinezza
Alice Munro, Amica della mia giovinezza

 
Scheda del libro
 

Autore: Alice Munro (traduzione di Susanna Basso)
 
Titolo: Amica della mia giovinezza
 
Casa editrice: Einaudi
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788806175962
 
Pagine: 320
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


L'universo raccontato da Munro si tinge dei colori del sessantotto. Le distese di campi e d'acqua e di gelo si mischiano con l'eco di un nuovo sentire.

Aspetti negativi


A volte i finali – che non sono mai finali e che rispecchiano certamente la vita – lasciano un po' di amaro in bocca.


In sintesi

Amica della mia giovinezza è la settima raccolta di racconti di Alice Munro, Nobel per la letteratura 2013, pubblicata in Italia da Einaudi.

0
Posted 3 Febbraio 2016 by

 
La nostra recensione
 
 

Alice Munro, Amica della mia giovinezzaLa casa editrice Einaudi sta pubblicando l’opera completa di Alice Munro, premio Nobel per la letteratura 2013, nella traduzione della sempre ottima Susanna Basso.

Per gli affezionati lettori come la sottoscritta, Amica della mia giovinezza, l’uscita più recente, è una ghiotta occasione per entrare ancora una volta in uno dei piccoli universi accuratamente descritti dalla scrittrice canadese.

Nella galassia di Vancouver, entrano il fermento degli anni Sessanta, le rivoluzioni giovanili, l’uso di droghe leggere e pesanti, i vestiti a fiori o comunque coloratissimi. Questa ondata calda lambisce il gelido panorama canadese, i grandi laghi ghiacciati, le periferie di piccoli insediamenti urbani, senza però riuscire a sconfiggere del tutto il ghiaccio e la sensazione di isolamento. Scrive, per esempio, Alice Munro nel racconto Foto del ghiaccio: “Quando capita una tormenta come quella abbastanza presto nella stagione, il vento spazza le onde a riva dove le fa gelare. Ci sono dappertutto formazioni di ghiaccio stranissime. La gente va a fotografarle”. Mentre in Bontà e clemenza leggiamo: “I caffettani, le camicie ampie che Bugs indossava sulla nave erano patchwork di velluto, seta, scampoli di cotone a fantasie vivaci e pizzi all’uncinetto, tutti avanzi di vestiti vecchi, tende e tovaglie che Averill recuperava in vari negozi dell’usato”.

I racconti che costituiscono questa raccolta risalente al 1990 sono: Amica della mia giovinezza, Five Points, Meneseteung, Stringimi forte, non lasciarmi più, Arance e mele, Foto del ghiaccio, Bontà e clemenza, Oh, a che giova, Diversamente, Parrucca.

Le protagoniste e i personaggi di Munro si muovono sempre apparentemente in una quotidianità oserei dire quasi triste e banale, nella quale sbocciano però pulsioni, desideri, intrusioni, nuove prospettive. Quasi come animali curiosi e paurosi al tempo stesso, le donne e gli uomini di questo nuovo microcosmo, si spostano dalle proprie sicurezze e annusano il mondo là fuori.

La maggior parte delle volte non osano andare oltre e tornano nei propri confini con una maggiore consapevolezza di sé e degli altri. A volte viaggiano per cercare di comprendere meglio il passato (come la protagonista di Stringimi forte, non lasciarmi più); a volte fingono di voler viaggiare (come il pastore in pensione di Foto del ghiaccio) per non dover spiegare a nessuno che la propria vita sembra ormai finita; altre viaggiano ma senza uscire dai propri confini (come Averill in Bontà e clemenza, che pur nella sconfinata grandezza dell’oceano mantiene alte le proprie difese).

Perché leggere Amica della mia giovinezza? Perché mai nulla è come sembra, mai nessun personaggio corrisponde all’idea che i suoi concittadini (e il lettore) se ne sono fatti. Ogni racconto, ogni storia, ogni paesaggio o persona è come un’improvvisa e costante sorpresa e, nonostante ciò, si percepisce dietro il movimento una sorta di immutabilità che a volte sembra riguardarci.




Mariantonietta Barbara

 
Autrice per il web, scrittrice, editor. Ha collaborato con diverse testate nazionali di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.