Random Article


Benvenuti a Cervellopoli, di Matteo Farinella

 
Matteo Farinella, Benvenuti a Cervellopoli
Matteo Farinella, Benvenuti a Cervellopoli
Matteo Farinella, Benvenuti a Cervellopoli

 
Scheda del libro
 

Autore: Matteo Farinella
 
Titolo: Benvenuti a Cervellopoli
 
Casa editrice: Editoriale Scienza
 
Anno: 2017
 
ISBN: 9788873078449
 
Pagine: 44, illustrate a colori
 
Formato: cartaceo (cartonato)
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Semplicità e chiarezza, unitamente a disegni molto ben definiti, rendono quest'albo un'ottima lettura, dagli otto anni in su.

Aspetti negativi


Alcune tavole potrebbero risultare molto piene.


In sintesi

«Benvenuti a Cervellopoli» è un albo illustrato di Matteo Farinella che spiega ai più piccoli il funzionamento del cervello umano.

0
Postedmartedì, 21 febbraio 2017 by

 
La nostra recensione
 
 
Matteo Farinella, Benvenuti a Cervellopoli

Matteo Farinella, Benvenuti a Cervellopoli

Il funzionamento del cervello è, probabilmente, uno degli aspetti più affascinanti del corpo umano. Del cervello conosciamo tanto, non tutto. Ci sono aspetti di base, però, che sono noti e con cui è bene imparare ad avere familiarità fin da piccoli. Per esempio, come funzionano i sensi? E la memoria? Così il sistema nervoso? A queste, e ad altre domande simili, risponde l’albo Benvenuti a Cervellopoli, di Matteo Farinella per Editoriale Scienza.

Benvenuti a Cervellopoli – libro consigliato per la lettura da otto anni in su – è un viaggio a Cervellopoli. A compiere il viaggio è Ramon «una giovane cellula della famiglia dei neuroni». Scopo del suo viaggio è «decidere che lavoro farà da grande». Facciamo così compagnia a Ramon che, guidato dal maestro Camillo, prova a capire il funzionamento del cervello. Ai piani alti è tutto in fermento perché la bambina in cui loro vivono, nel giocare in giardino è stata punta da uno scorpione. Assistiamo, quindi, a tutte le informazioni che arrivano, a come sono elaborate e, di conseguenza a quello che la bambina fa. Intanto Ramon osserva, fa domande, cerca di capire quale possa essere il suo posto in quella macchina meravigliosa che è il cervello.

Accanto alla narrazione della storia, ci sono dei riquadri di approfondimento. Per salire, al cervello, per esempio, Ramon prende l’ascensore del midollo spinale e in calce viene spiegato che il midollo spinale è «un fascio di nervi protetto dalla colonna vertebrale. Assieme al cervello forma il sistema nervoso centrale». E così avanti fino alla fine della storia, con i vari «luoghi» del cervello (geniale – e utile – la mappa che indica al neurone in viaggio la propria posizione, con il classico puntino: «Tu sei qui») e con Ramon che poi torna a casa, avendo scoperto quale sarà il suo lavoro da grande.

Alla fine dell’albo Benvenuti a Cervellopoli due tavole – una dedicata al sistema nervoso e l’altra al cervello – riassumono, e fissano, i concetti basilari sul funzionamento del cervello.

Benvenuti a Cervellopoli, con la sua copertina cartonata, le pagine riccamente illustrate e la semplicità nello spiegare concetti non proprio facili, è un’ottima idea regalo per bambine e bambine di otto anni che hanno la passione per la scienza. Tra l’altro la rappresentazione dei neuroni ricorda la loro forma reale e, pur essendo per ovvi motivi antropomorfizzata, non li edulcora troppo come spesso succede con altri albi illustrati.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.