Random Article


Il «Calcio d’autore» di Antonio Donadio

 

 
Scheda del libro
 

Autore: Antonio Donadio
 
Titolo: Calcio d'autore. Da Umberto Saba a Gianni Brera: il football degli scrittori
 
Casa editrice: La Scuola
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788835045830
 
Pagine: 160
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: , , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


L'autore ci fa scoprire punti di contatto insospettabili tra letteratura e calcio.

Aspetti negativi


Una certa sovrabbondanza di citazioni


In sintesi

Antonio Donadio nel documentatissimo saggio «Calcio d’autore» si sofferma sul «football degli scrittori» da Umberto Saba a Gianni Brera.

0
Posted martedì, 6 settembre 2016 by

 
La nostra recensione
 
 
Antonio Donadio, Calcio d'autore

Antonio Donadio, Calcio d’autore

«La parola supera il puro dato sportivo trasfigurandolo in narrazione artistica» (Antonio Donadio)

Antonio Donadio, poeta, critico letterario, traduttore, ha pubblicato con La Scuola Editrice un saggio davvero particolare, per certo versi sorprendente, dedicato al mondo del calcio visto attraverso gli occhi di poeti, scrittori, giornalisti e cantautori: Calcio d’autore. Da Umberto Saba a Gianni Brera: il football degli scrittori.

Da notare che Donadio è innanzitutto poeta, il che spiega il grande risalto concesso, nella prima parte alle liriche sorprendentemente dedicate da poeti spesso anche illustri al calcio, quali Edoardo Sanguineti, Umberto Saba, Mario Luzi, Giovanni Arpino. Non stupisce invece l’inevitabile citazione di Pierpaolo Pasolini, che del calcio era ben noto appassionato cultore, oltre che fervente praticante: non a caso PPP compare anche nella bella foto di copertina.

Ovviamente l’autore non trascura il mondo del giornalismo sportivo, a partire dal leggendario Gianni Brera, grande sperimentatore della parola, tra spericolati neologismi e citazioni colte. Né può mancare il ricordo di Niccolò Carosio e Beppe Viola, quest’ultimo autore tra l’altro della celebre, pungente canzone Quelli che…

Non latitano all’appello i nomi di importanti giornalisti attivi in anni più recenti, dai mostri sacri Enzo Tortora e Giorgio Bocca a Massimo Gramellini, da qualche anno opinionista televisivo nei programmi di Fabio Fazio.

L’autore evidenzia, a nostro avviso a ragione e con ricchezza di argomenti, il progressivo svilimento del linguaggio e dell’approccio giornalistico, appiattito su una sciatta esterofilia linguistica e su una forma di tifo fin troppo sanguigno e sguaiato, in definitiva poco professionale. A volte, ascoltando la telecronaca di un evento, viene da chiedersi se la stiano realizzando i ragazzacci della Gialappa’s Band

Oggi siamo, ahinoi, ben lontani dalla classe e dalla levatura di giornalisti come Niccolò Carosio, Bruno Pizzul e Nando Martellini, argomenta Donadio.

Con grande onestà intellettuale l’autore dedica poi un capitolo a quelli che con giusta indignazione chiama gli “orrori del calcio”, ricordandoci, se mai ve ne fosse bisogno, le partite truccate, la violenza idiota e criminale e le inaccettabili morti attraverso le parole indignate del Premio Nobel Dario Fo e di Giovanni Arpino, “tifoso pentito”.

L’informatissimo Donadio non trascura inoltre di riportarci alla memoria le canzoni dedicate al calcio, come La Partita di pallone di Rita Pavone, Una vita da mediano di Ligabue, La leva calcistica del ‘68 di Francesco De Gregori, assieme ad altre meno note, ma ugualmente interessanti, di Roberto Vecchioni e dei compianti Rino Gaetano, Lucio Dalla e Pino Daniele.

In chiusura, mantenendo l’occhio, anzi l’orecchio puntato sulla forza della parola, si parla infine dello scatenato tifo da stadio così come viene scandito da striscioni, cori, e condito dalle solite, inevitabili, talvolta irripetibili invettive.

Impreziosisce il volume la postfazione firmata da Alessandro Bonan, un nome e un volto ben noti agli appassionati di sport e non solo, visto l’eclettismo del personaggio.




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.