Random Article


Caterina, di Vincenzo Zonno

 
Vincenzo Zonno, Caterina
Vincenzo Zonno, Caterina
Vincenzo Zonno, Caterina

 
Scheda del libro
 

Autore: Vincenzo Zonno
 
Titolo: Caterina
 
Casa editrice: Watson
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788887224160
 
Pagine: 152
 
Formato: cartaceo
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Scritto in maniera impeccabile.

Aspetti negativi


Vorrei conoscere meglio Cat, la protagonista, il suo passato, futuro, i suoi sogni. Un personaggio assolutamente perfetto che merita di venire approfondito.


In sintesi

Caterina è il titolo di un giallo di Vincenzo Zonno pubblicato da Watson editore: leggi la nostra recensione e scopri di più su questo romanzo.

0
Postedlunedì, 18 giugno 2018 by

 
La nostra recensione
 
 

«Quando è il buio a comandare chiunque può essere il mostro chiunque la vittima».

Vincenzo Zonno, Caterina

Vincenzo Zonno, Caterina

Non è facile recensire Caterina di Vincenzo Zonno. Non è facile perché si tratta di un romanzo denso di emozioni, capace di insinuarsi dentro ognuno di noi e fare affiorare personali interpretazioni, tanto che raccontarle da quasi l’impressione di mettersi a nudo. Come a voler ammettere che bastano poche pagine per portarci a riflettere su tematiche molto complesse, spesso riguardanti noi stessi. Eppure è proprio questo che riesce a fare Caterina.

Caterina, il romanzo di Vincenzo Zonno

Caterina è una fragile ragazzina dal passato oscuro che, nel presente del romanzo, vive in un circo, o meglio sopravvive apparentemente protetta dalla routine di un circo sgangherato. Già solo il circo mi suscita emozioni contrastanti: nato per divertire, da sempre mi abbandona alla malinconia, procurandomi quasi un fastidio palpabile. Diverte, ma contemporaneamente nessuno lo vuole perché la gente che fa il circo è un gruppo diverso da noi. Un diverso che accettiamo quando consapevolmente accediamo pagando il biglietto, ma che facciamo finta di non vedere quando torniamo alla nostra quotidianità. Un gruppo estraneo a noi, virtuoso da un lato, ma incapace di seguire le regole della società, o semplicemente contrario ad esse. Affascinante e anche oscuro.

Il circo, quindi, è un luogo quasi fantastico, la sua arte ci procura gioia e stupore, ma la sua esistenza ci allontana, perché certe dinamiche preferiamo non vederle. Così come in molti non vedono Cat, altri fingono di sopportarla, altri ancora semplicemente la usano.

Ma Cat è oramai una giovane donna e la sua storia, così struggente, paurosa, fatta di fughe, amori mai espressi e terrori non ancora concreti, rischia di esplodere.

Un romanzo complesso

Vincenzo Zonno scrive questa storia rimanendo in bilico tra onirico e realtà, ci fa leggere il profumo della pioggia e annusare l’odore della paura, ma senza svelarci se quello che stiamo leggendo, dalla normalità all’apice dell’orrore, sia realtà o sogno. Perché probabilmente non ha molta importanza: quello che leggiamo è Cat, e Cat è ognuno di noi.

Gli adulti sono carnefici dei bambini, ma nel mondo di Vincenzo Zonno questi ultimi capovolgono la situazione, e se all’inizio respiriamo paura e terrore, verso la fine di questa strana storia ci rimane una sensazione di soddisfatta vendetta. Implacabile.

Ingiustificabile, ma noi che siamo Caterina non riusciamo a decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato. Noi, che contemporaneamente siamo anche il pubblico del circo, assistiamo inermi, quasi affascinati, all’ultimo spettacolo. Chi sono i veri burattini?

Un romanzo complesso, dalle tinte noir e horror, ma anche psicologico. Potreste innamorarvi di Cat, ma anche odiarla. Alla fine ha poca importanza.




Anna Fogarolo

 
Fotogiornalista per le maggiori testate italiane come Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Gente, Oggi, Focus... Dal 2009 sposta la sua attenzione sulle nuove tecnologie iniziando la carriera di Web content e blogger per alcuni noti portali e Network, successivamente si specializza come Social Media Manager. Attualmente: consulenza di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR per le Edizioni Centro Studi Erikson.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.