Random Article


Emmaus, di Alessandro Baricco

 
Alessandro Baricco, Emmaus
Alessandro Baricco, Emmaus
Alessandro Baricco, Emmaus

 
Scheda del libro
 

Autore: Alessandro Baricco
 
Titolo: Emmaus
 
Casa editrice: Feltrinelli
 
Anno: 2009
 
ISBN: 9788807017988
 
Pagine: 139
 
Formato: cartaceo
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
3 total ratings

 

Aspetti positivi


Un Baricco più autentico e meno manierato del solito.

Aspetti negativi


Trama un po' esile, "alla Baricco" appunto.


In sintesi

Leggi la recensione di Emmaus di Alessandro Baricco e scopri di cosa parla questo romanzo dallo stile asciutto e lineare che ne sottolinea la bellezza.

0
Posted sabato, 22 Ottobre 2011 by

 
La nostra recensione
 
 
Alessandro Baricco, Emmaus

Alessandro Baricco, Emmaus

Interessante e coraggioso, il romanzo Emmaus di Alessandro Baricco. Interessante perché rappresenta un indubbio momento di svolta rispetto alle opere e alle tematiche affrontate finora dal celebre scrittore e regista.

Di cosa parla Emmaus di Alessandro Baricco

Protagonisti della storia sono infatti un gruppo di liceali divisi tra scuola e parrocchia, ben ritratti da Baricco nel difficile passaggio dalla adolescenza a una maturità costellata di prove difficili. La trama è esile, come spesso accade nelle opere dello scrittore torinese. Una voce narrante, che rimarrà ignota, riferisce in prima persona l’incontro con una figura femminile intrigante, ma anche dirompente, per i disvalori di cui si fa suo malgrado portatrice.

Il gruppo di giovani si troverà a fronteggiare eventi e situazioni più grandi di loro, che dubitano di poter fronteggiare con la sola arma della fede, da essi a volte vissuta in forme manieristiche, se non superficiali. La compagnia si disperderà, e più d’uno smarrirà se stesso, a differenza del narratore, che alla fine, unico tra quelli del suo gruppo, tornerà in seno alla parrocchia.

Un romanzo coraggioso

Romanzo coraggioso, si diceva in apertura. Sì, perché bisogna dare atto a Baricco di aver tentato un’operazione che poteva rivelarsi perfino impopolare, nell’affrontare temi religiosi in questi nostri tempi così cupi, troppo spesso in fuga dalla religiosità.

C’è anche chi ha accusato l’autore di tratteggiare una società giovanile – abbastanza ben identificabile in quella a cavallo tra la fine degli anni Sessanta e, forse, i primi anni Settanta – stereotipata, dominata da un senso di religiosità acritico, quasi ottuso.

La rievocazione di quegli anni e di un certo sentire religioso, ben radicato nella borghesia di una città che con ogni probabilità è Torino, è al contrario efficace e autentica. Così come sincera mi pare la vena autobiografica che non è difficile rintracciare nel libro, il cui titolo, Emmaus, allude al celebre episodio evangelico, e che assume, per i giovani protagonisti del romanzo, un valore archetipico.

Da ultimo, mi piace sottolineare un’ulteriore novità, stavolta sul piano formale, dell’opera. Baricco ha adottato in quest’ultimo lavoro uno stile più asciutto e lineare, quasi scarnificato, che, lungi dall’impoverire la resa finale dell’opera, ne evidenzia al contrario il carattere di verità e bellezza.




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.