Random Article


I Segreti del Libro Eterno, di Michael Laitman

 
I Segreti del Libro Eterno, di Michael Latiman
I Segreti del Libro Eterno, di Michael Latiman
I Segreti del Libro Eterno, di Michael Latiman

 
Scheda del libro
 

Autore: Michael Laitman (traduzione di Angela Donati e Nadia Bedini)
 
Titolo: I segreti del Libro Eterno. Il significato secondo la Kabbalah delle storie del Pentateuco
 
Casa editrice: Psiche 2
 
Anno: 2015
 
ISBN: 978-88-88611-78-5
 
Pagine: 219
 
Formato: cartaceo
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
17 total ratings

 

Aspetti positivi


La capacità di Rav Michael Laitman di tradurre concetti complessi in immagini comprensibili

Aspetti negativi


La forte concentrazione con cui vanno approcciati i singoli capitoli


In sintesi

“I segreti del Libro Eterno” è un testo di rav Michael Laitman il cui sottotitolo è: Il significato secondo la Kabbalah delle storie del Pentateuco.

13
Posted mercoledì, 27 maggio 2015 by

 
La nostra recensione
 
 

I Segreti del Libro Eterno, di Michael LatimanLeggere la Genesi, così come siamo stati abituati, in modo più tradizionale che meditato, è come abbandonarsi a un gioco di luci, ombre, elementi guidato, oserei dire, telecomandato, da un Creatore che si muove come uno scenografo che accende, spegne, porta alla ribalta, mette in ombra. La Genesi rappresenta il primo libro del Tanakh (i Libri sacri dell’ebraismo) e della Bibbia cristiana: l’introduzione a una magnifica biblioteca che contiene una gran quantità di aneddoti, istruzioni e ispirazione.

Se volessimo allontanarci dal percorso tracciato da secoli di tradizione, potremmo scoprire dietro le singole parole del testo biblico un vero e proprio strumento per dare alla ricerca spirituale una prospettiva inattesa e stupefacente. È quanto accade leggendo I segreti del Libro Eterno. Il significato secondo la Kabbalah delle Storie del Pentateuco scritto dal maestro cabbalista Rav. Michael Laitman e pubblicato nella collana La saggezza della cabalà dell’editrice Psiche 2.

È opportuno dire subito che, indipendentemente dallo stile chiaro e immaginifico, la lettura non può definirsi semplice e non potrebbe esserlo proprio per i contenuti profondi e complessi che vengono enucleati. Personalmente ho avuto l’impressione di seguire i lavori di un seminario “intimo”. In tempi dai ritmi concitati e dal consumismo flesso in ogni possibile sfumatura, una lettura impegnativa non deve scoraggiare, ma, al contrario, porsi come discrimine fra ciò che si è sempre visto e apparentemente conosciuto e ciò che si dischiude allo sguardo dopo aver acquisito un’adeguata angolatura in grado di cancellare lo schermo che si frappone costantemente fra la realtà e i desideri egoistici. Una sfida, certo, ma un esercizio stimolante.

Rav Laitman si sofferma sulle singole parole e sui vari capitoli per riportare il magnifico affresco della Genesi nella dimensione di un personale processo attraverso il quale lo spirito denudandosi da ogni egoismo, seme delle azioni più terrene, raggiunge la visione della più divina, mi si conceda il termine, qualità del Creatore: la dazione, il dono gratuito stigma del divino nell’umana natura.

L’opera si articola in tre capitoli principali preceduti da un’ariosa introduzione e chiusi da una serie di consigli e illuminanti rimandi ad altre opere.

Di recente si parla sempre più spesso di Kabbalah a opera anche, ma non solo, della pubblicità fatta da personaggi famosi che non fanno mistero di essersi messi in discussione a partire proprio dalla scoperta di questa disciplina misteriosa, salvifica, ma fondamentalmente esoterica, per pochi, dunque. I libri di Rav Laitman mostrano, al contrario, quanto sia possibile modificare dal profondo il modo di percepire l’esistenza liberando le azioni dalla dimensione egoistica e limitata in una dimensione di ampio respiro spirituale.




Natale Fioretto

 
Natale Fioretto è docente di lingua italiana e di traduzione dal russo presso l’Università per Stranieri di Perugia. Si occupa da anni di metodologia dell’insegnamento della lingua italiana come L2. È appassionato di Valdo di Lione e Francesco d’Assisi.


13 Comments


  1.  
    Giuseppe
     
     
     
     
     

    Sto leggendo anche io questo libro e dove la genesi mi era sempre apparsa come la descrizione di un Creatore, ingegnere, che costruisce in modo quasi freddo e distaccato, in queste pagine, scopro un Creatore straordinario. Finalmente acquisisce un senso compiuto che Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza che è la qualità di dare agli altri con amore. Questo l’uomo è chiamato a realizzare per essere a sua immagine e somiglianza.




    •  
      Natalino

      E’ molto interessante notare come il libro di rav. Laitman chiami l’uomo all’unico vero atto creativo: la coscienza di sé. Grazie per il commento




  2.  
    Ciro

    Dopo 2000 anni questo “libro di racconti e storielle” continua a tenere banco, ad essere sulla bocca di tutti, ad essere preso ad esempio, temuto e rispettato da milioni di persone, come mai? Era evidente per me che c’era qualcosa dietro a cui non arrivavo, che non capivo ma che sentivo esserci.
    Finalmente questo libro ha scoperto questo velo, rivelando dietro parole, fatti, situaizoni, la descrizione del percorso interiore che tutti stiamo facendo, dai religiosi, agli atei, etc … perchè è il percorso della nostra vita, intima, interiore. Finalmente la bibbia si rivela per quella che è, senza mistica ne paroloni complessi, una guida per comprendere la realtà e diventare davvero uomini.




  3.  
    Laura
     
     
     
     
     

    Questo libro mi ha aperto ad una nuova visione della realtà, essere consapevoli degli avvenimenti che tutto è per divenire simili all’eterno.. questo punto chiamato Abramo la qualità della dazione è l’unica cosa che dobbiamo alimentare per arrivare al pensiero della creazione e giungere all’uguaglianza di forma con l’unica forza, il Creatore. grazie




    •  
       
       
       
       
       

      Alcuni libri sono dei veri e propri miracoli. Ci capitano fra le mani al momento giusto. ” I Segreti del Libro Eterno”, scritto da Michael Laitman, è uno di questi. Un libro onesto e chiaro che mi ha guidata, come si guida un bambino, verso il significato profondo del testo, facendomi oltrepassare l’oscurità della lettura letterale. Mi sono così ritrovata dentro di me, a ripensare all’ambiente. Per anni, proprio l’ambiente preposto alla mia formazione, mi ha, -posso dirlo? -, tradita. Grazie a questo testo ho compreso la differenza tra religione e spiritualità, tra egoismo e amore, tra apparenza e realtà. Questo libro finisce per essere una guida capace di sollevare l’uomodall’oscurantismo in cui ancora si trova.




    •  
      Natalino

      Carissima Laura, concordo pienamente con te; avere una visione più ampia e profonda della realtà ci aiuta a non essere più dei pesci che si dibbattono nell’acqua bassa.




  4.  
    Gino

    Sono davvero colpito! Ciò che è scritto in questo libro potrebbe veramente rivoluzionare il mondo. Ma vi immaginate insegnare ciò ai ragazzini del CATECHISMO!? Farglieli sviluppare per poi indurre a vivere i concetti scritti in queste pagine, così straordinariamente umani, vicini alle umane sensazioni!? Come mai non se ne parla?




    •  
      Natalino

      Non se ne parla, caro Gino, perché ancora oggi la conoscenza, quella vera, quella che ti libera dai condizionamenti o ti aiuta a farlo, è guardata con sospetto.




  5.  
    Kanka
     
     
     
     
     

    Avevo intuito ma mai avuto la conferma che il Pentateuco dovesse essere interpretato diversamente: finalmente una voce autorevole che lo spiega in modo chiaro.
    Capisco anche che questo è solo un assaggio, a quando il resto?




  6.  
    Eugenia
     
     
     
     
     

    testo magnifico, l’ho letto ed è stato come fare un viaggio fuori dal mondo conosciuto. i concetti che svela sono da diffondere al più presto secondo me, la gente tutta ne ha un bisogno disperato!




  7.  
    Gabriele
     
     
     
     
     

    E’ incredibile come l’autore riesce a prenderti per mano e a portarti a comprensioni che non avevi mai avuto. Senti dentro di te che quei pensieri qualcuno da migliaia di anni li conosceva bene e al di la del tempo queste scritture diventano vive. Non ho parole!
    Ne ho parlato con un mio amico monaco benedettino e mi ha guardato in modo ammirato.
    Credo che un nuovo sviluppo dell’uomo stia giungendo allora non capirei come tutta questa luce si stia svelando. E’ un grande momento per la nostra generazione!





Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.