Random Article


I segreti delle donne ne “L’eredità di Anna Freud” di Roberta Calandra

 
L'eredità di Anna Freud, di Roberta Calandra
L'eredità di Anna Freud, di Roberta Calandra
L'eredità di Anna Freud, di Roberta Calandra

 
Scheda del libro
 

Autore: Roberta Calandra
 
Titolo: L'eredità di Anna Freud
 
Casa editrice: Controluce
 
Anno: 2013
 
ISBN: 978-88-497-0862-2
 
Pagine: 171
 
Formato: cartaceo
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
1 total rating

 

Aspetti positivi


Un ottimo intreccio di personaggi, un incontro interessante di diversità sociali e culturali che trovano comunque dei solidi punti d’incontro, e un differente modo di parlare del grande Sigmund Freud e di sua figlia Anna, rivelandone debolezze e umanità in una storia ben costruita.

Aspetti negativi


Nella prima parte del romanzo, quella che presenta la situazione e ci mostra le due protagoniste principali, spesso i periodi sono troppo lunghi e rendono difficoltosa la lettura: la non scorrevolezza di certe frasi spinge alla rilettura togliendo mordente alla storia, tuttavia con lo scorrere delle pagine si evidenzia un notevole miglioramento.


In sintesi

Il romanzo racconta la storia di Sarah, contadina irlandese e assistente infermiera di una facoltosa e colta signora oramai alla fine dei suoi giorni, costretta su una sedia a rotelle e bisognosa di cure, ma estremamente lucida e brusca, sebbene malinconica e nostalgica.

0
Posted mercoledì, 31 Luglio 2013 by

 
La nostra recensione
 
 

L'eredità di Anna Freud, di Roberta CalandraUn curioso e originale modo di avvicinarsi agli studi di Freud, quello proposto dall’autrice Roberta Calandra nel suo L’eredità di Anna Freud, edito da Contrluce (qui su GraphoMania trovate anche la pagina 69 di questo romanzo); curioso per lo stile narrativo e l’intreccio, originale per quel suo nuovo modo di presentarci la materia che affascinò il grande Sigmund e sua figlia Anna, desiderosa di proseguire il lavoro del padre.

Il romanzo, ambientato a Londra, racconta la storia di Sarah, contadina irlandese e assistente infermiera di una facoltosa e colta signora oramai alla fine dei suoi giorni, costretta su una sedia a rotelle e bisognosa di cure, ma estremamente lucida e brusca, sebbene malinconica e nostalgica. Sarah, schiva e piena di segreti, si scoprirà coinvolta dal vissuto dell’anziana Anna, con la quale si instaurerà un rapporto di condivisione e mutuo soccorso che la trasformerà addirittura in portatrice di gentilezza. La nuova vita nella grande casa, non si limiterà a modificare la sua convinzione che “i vecchi esercitano tiranniche pretese sull’invidiata giovinezza che li assiste” ma l’avvicinerà per la prima volta ai libri, al sapere, la aprirà al mondo, stimolerà la sua voglia di vivere e non solo di sopravvivere, fino a indurla ad aprirsi anche all’amore grazie a uno strano e inaspettato incontro.

Questa è una storia composta di storie, di significati nascosti, di segreti da svelare, di donne che amano le donne; la storia di Anna, di Sarah, di Judith, di Dorothy, di Helen, vite che si incrociano grazie alle trame del destino, incontri che hanno un senso nella loro casualità, così come accade nella vita vera.

Dicono che assistere i vecchi sia fastidioso e disagevole. Che devi stare ad ascoltare racconti che ti risparmieresti volentieri, nostalgie inutili, richieste goffe e inappropriate, datati commenti infastiditi sul presente, che la noia sia il minore dei mali da mettere in conto.

È vero, lo dicono. Anzi, lo diciamo in tanti. Ma Sarah, la vera protagonista del romanzo di Roberta Calandra, ci insegnerà ad ascoltarli, gli anziani – illustri o no – e a comprendere quanto capienti e meravigliosi siano i loro scrigni di tesori custoditi nella memoria.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.