Random Article


Il patto dell’abate nero, di Marcello Simoni

 
Marcello Simoni, Il patto dell'abate nero
Marcello Simoni, Il patto dell'abate nero
Marcello Simoni, Il patto dell'abate nero

 
Scheda del libro
 

Autore: Marcello Simoni
 
Titolo: Il patto dell'abate nero
 
Casa editrice: Newton Compton
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788822718280
 
Pagine: 336
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Ottima storia, personaggi concreti e scrittura veloce, capace di dare ritmo ad ogni mistero.

Aspetti negativi


Avrei voluto leggere più descrizioni storiche, maggiori dettagli dell’epoca. La fantasia c’è manca quel contatto con la realtà tipico dei romanzi storici.


In sintesi

Il patto dell’abate nero è il secondo capitolo della Secretum Saga di Marcello Simoni: leggi la nostra recensione di questo romanzo.

0
Posted giovedì, 26 luglio 2018 by

 
La nostra recensione
 
 
Marcello Simoni, Il patto dell'abate nero

Marcello Simoni, Il patto dell’abate nero

Marcello Simoni ama gli intrighi e noi lettori aspettiamo solo il momento di scoprirli. Il secondo volume della Secretum Saga dal titolo Il patto dell’abate nero ne è una conferma.

Il patto dell’abate nero

I protagonisti che avevamo lasciato ne L’eredità dell’abate nero tornano più veri che mai per portarci nuovamente in una Firenze del 1500 colma di mistero e fascino. Ritroviamo così il ladro galantuomo Tigrinus, uomo furbo e sempre pronto a lanciarsi in nuove avventure, recuperiamo il suo fido amico Caco, come anche la bella Bianca, assieme al sempre più vile Angelo, e a molti altri personaggi, che si rivelano parte integrante della storia fin dal primo capitolo.

Ovviamente non mancano i riferimenti all’abate nero, assente eppure sempre presente in viaggi e inganni, con i potenti che non sempre rispettano le regole, mentre le fanciulle sono meno indifese di quanto possa apparire a un primo rapido sguardo.

Attraverso le vie di Firenze, il romanzo di Simoni trasporta i suoi protagonisti fino ad Alghero, dove vecchi misteri verranno finalmente svelati, ma il fatto di vedere Bianca de’ Brancacci e il ladro Tigrinus alleati è un fatto tanto insolito quanto pericoloso: convinti di passare inosservati attireranno l’attenzione, e non sempre questo si rivelerà un bene.

Il nostro parere sul libro di Marcello Simoni

Come scrivevo all’inizio, Marcello Simoni ama gli inganni tanto che anche alla fine de Il patto dell’abate nero si ha l’impressione di non sapere tutto, e il celato desta molta curiosità.

Con una scrittura veloce, capace di catturare i diversi punti di vista, Simoni ci accompagna in un racconto storico e a tratti quasi fantasy ma molto piacevole e lineare. L’ovvio non esiste e anche quando sembra prendere il sopravvento un colpo di scena fa precipitare ogni particolare evidente.

La bella Bianca rischia la vita, ma un grande ritorno la salverà all’ultimo minuto. Tigrinus rischia di finire i suoi giorni in terre lontane, eppure il suo essere sempre sul chi vive gli salverà la vita, non una ma diverse volte.

Sullo sfondo Firenze e Alghero, due città diverse ma colme di un fascino antico, impregnate di vita e di storia. Quei luoghi dove ogni pietra, reperto, torre potrebbero farci impallidire per cultura e verità.

Nel complesso la storia di Marcello Simoni funziona, i personaggi si percepiscono come veri, e sono tutti ben caratterizzati. Ho un solo appunto da fare, trattandosi di un thriller storico manca molta storia: bene alcuni termini e certi rimandi, ma le descrizioni di Firenze e la mancanza di dettagli hanno impoverito, a mio avviso, le aspettative.




Anna Fogarolo

 
Fotogiornalista per le maggiori testate italiane come Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, Gente, Oggi, Focus... Dal 2009 sposta la sua attenzione sulle nuove tecnologie iniziando la carriera di Web content e blogger per alcuni noti portali e Network, successivamente si specializza come Social Media Manager. Attualmente: consulenza di Ufficio Stampa, Content & Community Manager, Web Relation e Digital PR per le Edizioni Centro Studi Erikson.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.