Random Article


«Il sorriso di Angelica» di Andrea Camilleri e Montalbano innamorato

 
Andrea Camilleri, Il sorriso di Angelica
Andrea Camilleri, Il sorriso di Angelica
Andrea Camilleri, Il sorriso di Angelica

 
Scheda del libro
 

Autore: Andrea Camilleri
 
Titolo: Il sorriso di Angelica
 
Casa editrice: Sellerio
 
Anno: 2010
 
ISBN: 9788838925283
 
Pagine: 272
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Un Camilleri particolarmente divertente, che ci permette di conoscere meglio Fazio

Aspetti negativi


Camilleri richiede sempre un piccolo sforzo al lettore dato il linguaggio, che può stancare come arricchire.


In sintesi

«Il sorriso di Angelica» è un giallo di Andrea Camilleri che rappresenta una nuova sfida per il commissario di Vigàta alle prese con una serie di furti.

0
Posted giovedì, 23 Agosto 2012 by

 
La nostra recensione
 
 
Andrea Camilleri, Il sorriso di Angelica

Andrea Camilleri, Il sorriso di Angelica

Montalbano e Camilleri sotto l’ombrellone? Perché no. Nonostante il più famoso giallista italiano richieda sempre un certo impegno, data la necessità di immergersi nella lingua siciliana, alcuni dei suoi romanzi si prestano perfettamente alla stagione estiva.

Il sorriso di Angelica, ad esempio, combina una storia di furti con una storia di passione. Perché Salvo Montalbano, stavolta, perde davvero la testa. Non che sia mai stato un’esempio di fedeltà, il che mi dispiace perché ho sempre amato Livia. Questa volta, però, i sentimenti che prova per una meravigliosa ragazza, elemento chiave dell’indagine, lo destabilizzano, gli fanno perdere razionalità e per un attimo anche fiducia in se stesso. «Comportarisi con quella picciotta come un ‘nnamurato di sidici anni! ‘Na cosa era spasimari a sidici anni davanti al disigno di una fìmmina, e’ n’altra cosa e mittirisi a fari il cretino con una picciotta ‘n carni e ossa. Aviva fatto confusioni tra il sogno di picciotto e la realtà di uno squasi sissantino».

Al punto che, con risultati esilaranti, il commissario ingaggia una sua personale battaglia con le strofe dell’Orlando furioso di Ludovico Ariosto, che gli tornano in mente a causa dell’omonimia di Angelica e dei sentimenti che prova per lei.

Rispetto agli altri romanzi della serie, ne Il sorriso di Angelica acquista spessore la figura di Fazio, solitamente un passo indietro rispetto al braccio destro Mimì Augello. Un Fazio che, oltre a dimostrare il proprio valore nelle indagini, si rivela acuto nel comprendere la relazione tra Montalbano e la signorina Angelica e le complicazioni che stanno sorgendo.

Per farla breve, tra i vari romanzi che raccontano le vicende del commissario siciliano, questo è uno di quelli che ho amato di più, per tre motivi.

Il primo: le pagine in cui Salvo viene colto da un attacco di gelosia per alcune frasi pronunciate da Livia nel sonno, mi hanno regalato non poche risate.

Il secondo: ero curiosa di conoscere meglio Fazio e finalmente in questo “episodio” l’autore me ne da la possibilità.

Il terzo: ho molto amato L’Orlando furioso e Il sorriso di Angelica è pieno di citazioni e rimandi, che però non appesantiscono mai la narrazione, grazie all’ironia e mestiere di Camilleri.




Mariantonietta Barbara

 
Autrice per il web, scrittrice, editor. Ha collaborato con diverse testate nazionali di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.