Random Article


Il web è nostro, di Anna Fogarolo

 
Anna Fogarolo, Il web è nostro
Anna Fogarolo, Il web è nostro
Anna Fogarolo, Il web è nostro

 
Scheda del libro
 

Autore: Anna Fogarolo (illustrazioni di Emanuele Arnaldi)
 
Titolo: Il web è nostro. Guida per ragazzi svegli
 
Casa editrice: Erickson
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788859010586
 
Pagine: 126
 
Formato: cartaceo
 
Genere: , , , , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Una guida ben concepita e ben strutturata, che fa uso di un linguaggio chiaro e semplice

Aspetti negativi


L'immagine di pagina 93 («l'orco» in rete) è un po' troppo stereotipata


In sintesi

Il web è nostro è un’utilissima guida sul web e adolescenti firmata da Anna Fogarolo e pubblicata da Erickson con disegni di Emanuele Arnaldi

0
Posted martedì, 5 Aprile 2016 by

 
La nostra recensione
 
 
Anna Fogarolo, Il web è nostro

Anna Fogarolo, Il web è nostro

Il web è nostro è una “guida per ragazzi svegli” (come recita il sottotitolo) scritta da Anna Fogarolo (che già abbiamo apprezzato per Do you speak Facebook e per il fantasy Talenti), illustrata da Emanuele Arnaldi e pubblicata da Erickson. A voler essere precisi, la guida non è solo per ragazzi, ma è anche per adulti: è una spiegazione a tutto campo, infatti, del web, ma non dal punto di vista tecnico, bensì del modo migliore cui approcciarvisi, soprattutto ai social network. Intento dichiarato del libro è quello di far comprendere i pericoli del web e, allo stesso tempo, fare apprezzare le potenzialità di questo mezzo: se su quest’ultimo argomento ci sono in commercio molte pubblicazioni, sui pericoli del web bisogna stare bene attenti, senza cadere nel “terrorismo psicologico” ma anche senza lasciarsi andare a un falso irenismo. Molto azzeccata, a tal proposito, la scelta di quasi personificare il Tutti che ogni volta che si parla della rete fa capolino (i contenuti sono visibili a tutti; tutti possono sapere quello che hai postato e via dicendo)

Il libro Il web è nostro è strutturato in maniera intelligente: c’è un racconto “a puntate” che narra un episodio avvenuto a seguito della pubblicazione di un video, la spiegazione (non certo noiosa ma portata avanti con competenza e brio) dei vari gesti che si fanno in rete, alcuni quiz per fissare nella mente i concetti e diversi box di approfondimento su questo o quell’argomento. Il tutto accompagnato dai disegni di Emanuele Arnaldi che traducono, con un pizzico di simpatia, i concetti spiegati lungo le pagine.

Il web è nostro è composto da dodici capitoli che affrontano vari temi legati all’uso della rete, dal concetto di realtà e virtualità, alla privacy (con tutto quello che comporta) al comportamento da usare online. Un focus particolare è dedicato ai social newtork e non solo quelli fruibili via desktop (Facebook, Twitter, Pinterest) ma anche quelli concepiti proprio per lo smartphone, come WhatsApp, Snapchat e Shakechat (confesso la mia ignoranza: di quest’ultimo non ne conoscevo l’esistenza).

Per noi più grandicelli (ma che rimaniamo pur sempre ragazzi svegli!) trovo che siano molto utili gli ultimi tre capitoli: Parole da spiegare a mamma e a papà, Numeri e contatti utili e Per i genitori.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.