Random Article


In principio fu il mare, di Cinzia Pierangelini

 

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
3 total ratings

 


In sintesi

In fondo è l’orizzonte che cambia, l’acqua no, è la stessa. In principio fu il mare, Pungitopo Editrice, romanzo di Cinzia Pierangelini, è così che ci viene incontro accompagnandoci per tutta la lettura, con una frase che è verità e che soltanto all’ultima pagina lascerà la nostra mano, in un malinconico accomiatarsi. In verità, tutto […]

0
Posted sabato, 7 Aprile 2012 by

 
La nostra recensione
 
 

In fondo è l’orizzonte che cambia, l’acqua no, è la stessa.

In principio fu il mare, Pungitopo Editrice, romanzo di Cinzia Pierangelini, è così che ci viene incontro accompagnandoci per tutta la lettura, con una frase che è verità e che soltanto all’ultima pagina lascerà la nostra mano, in un malinconico accomiatarsi. In verità, tutto il libro è impregnato e impregnante di malinconia, dell’assurdità del vivere, dell’arretratezza del progresso che tanto ci inorgoglisce se composto di insulsi programmi televisivi, di spot pubblicitari da trasformare in mantra, di vita vissuta in centri commerciali a desiderare di possedere l’inutile che instupidisce.

Questa assurda realtà che oramai ci appartiene, ben si adatta a Nino, anziano pensionato che si occupa del nipote Domenico, disadattato abbandonato dai genitori perché considerato scomodo. Il ragazzo cresce venerando il nonno e traducendo in verità assoluta ogni pensiero che questi esterna, sebbene si tratti di concetti violenti e razzisti, di manifestazioni di intolleranza, di nostalgiche ideologie fasciste.

Parallelamente si sviluppa la storia del nero Mohammed, tunisino che – all’opposto – è privo di chiusure mentali, ma ricco di grandi sogni da realizzare: desideroso di viaggiare, di scoprire l’Europa, di partecipare alla vita vera lontano da casa, ha fretta di fuggire da una condizione che gli sta stretta e da un padre ingombrante, ligio a regole e doveri, che si maledice per aver fatto leggere a suo figlio troppi libri. In nome di tanta smania e della naturale esuberanza giovanile, si ribella ai tempi necessari per il rilascio di un passaporto, al limite che gli verrebbe imposto per un soggiorno all’estero, e inseguendo quella libertà a lungo desiderata si mette nelle mani di “traghettatori” per raggiungere la Francia, prima tappa di un percorso culturale studiato nei dettagli. In realtà, con un gommone di disperati, approderà in Sicilia, laddove farà i conti con le utopie che lo hanno accompagnato e vivrà trasformandosi da cittadino dell’universo a invisibile, vendendo dapprima accendini e cianfrusaglie, e poi una manciata di verdure al mercato, sepolto dall’etichetta di clandestino, senza diritti né soldi, sempre pronto a fuggire davanti a una divisa.

Due storie così diverse che finiranno per incrociarsi e fondersi l’una con l’altra dopo il percorso parallelo, fino a sfociare in una conclusione per certi versi paradossale, ma anche tanto amara.

Con grande efficacia, l’autrice che già vi abbiamo presentato nelle pagine di GraphoMania grazie ad altri suoi romanzi altrettanto ben riusciti, ci trasporta pagina dopo pagina in uno spaccato di vita attuale che dovrebbe aprirci gli occhi su una diversità che non esiste, e sull’assenza di colore dell’anima e dei sogni, che mai si differenziano in bianchi o neri.

Il suo Mohammed, al quale sarà facile e inevitabile affezionarsi, ci insegnerà che la libertà non appartiene a un luogo o a una condizione, ma alla nostra anima, alla nostra mente, ovunque noi siamo, anche se prigionieri di una realtà da cui desideriamo evadere. Perché in fondo è l’orizzonte che cambia, l’acqua no, è sempre la stessa.

Cinzia Pierangelini
In principio fu il mare
Pungitopo editrice, 2011
ISBN 9788889244975
pp. 152, euro 14




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.