Random Article


La casa sulla roccia, di Antonio Monda

 
Antonio Monda, La casa sulla roccia
Antonio Monda, La casa sulla roccia
Antonio Monda, La casa sulla roccia

 
Scheda del libro
 

Autore: Antonio Monda
 
Titolo: La casa sulla roccia
 
Casa editrice: Mondadori
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788804649816
 
Pagine: 140
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
4 total ratings

 

Aspetti positivi


Una scrittura lineare ma non banale, al servizio di una bella storia d'amore

Aspetti negativi


Il finale aperto può lasciare interdetti


In sintesi

L’apparente leggerezza di un autore di peso: recensione de “La casa sulla roccia” di Antonio Monda che, con una scrittura lineare, scrive una storia d’amore.

0
Posted 2 Settembre 2015 by

 
La nostra recensione
 
 

Antonio Monda, La casa sulla rocciaAntonio Monda appartiene alla, ahinoi, non troppo nutrita pattuglia di italiani di successo all’estero. Scrittore, giornalista e saggista, infaticabile organizzatore di eventi culturali, vive a New York, città dove insegna alla New York University, scrive per il quotidiano la Repubblica e la rivista Vogue e cura per RaiNews24 la rubrica Central Park West, una delle trasmissioni televisive che il vostro recensore predilige per l’approccio leggero che, unito però alla profondità d’analisi e d’informazione, costituisce una delle caratteristiche vincenti e immediatamente riconoscibili dell’autore.

La casa sulla roccia è un romanzo breve, che tratteggia una bella storia d’amore con una semplicità a tratti quasi disarmante, sia per l’essenzialità della forma che per la estrema linearità della struttura narrativa. Lo si potrebbe definire, volendo, un romanzo sulla memoria, o meglio sul ricordo di ciò che si è stati e che inevitabilmente non potremo più essere, se non nelle nostre nostalgiche fantasticherie.

Protagonista della storia narrata ne La casa sulla roccia è Beth, moglie felice di Warren Barron, personaggio di spicco della New York che conta, giunto all’importante traguardo dei settant’anni. È proprio durante la preparazione della festa di compleanno di suo marito che la donna riceve una chiamata che la sconvolge, una telefonata che in un certo senso giunge dal passato. All’altro capo del telefono c’è infatti Luis, l’uomo che quarant’anni fa era padrone indiscusso del cuore di Beth.

Quella chiamata scatena in lei un vero e proprio terremoto emotivo, spingendola a ripercorrere momenti e sensazioni che credeva sepolti per sempre nell’angolo più remoto del suo cuore.

C’è rimpianto struggente nel viaggio che Beth compie a ritroso negli anni della giovinezza, un sentimento che collide con la realtà di un presente che la vede distante anni luce dalla persona che pure è stata, dalla passione che ha divorato i giovani amanti di tanti anni fa, dalle aspirazioni travolte dal destino e da precise scelte di vita.

Monda con simpatica perfidia e con gusto cinematografico – a tal proposito ricordo ai nostri lettori che lo scrittore è stato di recente nominato direttore artistico del Festival del Cinema di Roma – interrompe la narrazione si direbbe sul più bello, senza rivelarci cosa ne sarà in concreto dei due amanti ritrovati.

In conclusione La casa sulla roccia costituisce una lettura agile ma di qualità, una piacevole digressione per superare quest’ultimo scorcio dell’estate 2015 e traghettarci verso le foglie cadenti e le prime piogge autunnali.




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.