Random Article


La stella nera di New York, di Libba Bray

 
Libba Bray, La stella nera di New York
Libba Bray, La stella nera di New York
Libba Bray, La stella nera di New York

 
Scheda del libro
 

Autore: Libba Bray (traduzione di Donatella Rizzati)
 
Titolo: La stella nera di New York
 
Casa editrice: Fazi
 
Anno: 2012
 
ISBN: 9788876250828
 
Pagine: 586
 
Formato: cartaceo
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
1 total rating

 

Aspetti positivi


Divertente, ben scritto, per appassionati degli anni Venti

Aspetti negativi


È un romanzo accattivante, non vi aspettate di più


In sintesi

La stella nera di New York è un accattivante romanzo thriller e paranormale di Libbra Bay ambientato nella New York degli anni Venti.

0
Posted martedì, 30 Ottobre 2012 by

 
La nostra recensione
 
 
Libba Bray, La stella nera di New York

Libba Bray, La stella nera di New York

La stella nera di New York di Libba Bray è un ottimo romanzo, ideale per il periodo di Halloween. Coniuga infatti il fascino della New York degli anni Venti con i problemi razziali, il vodoo, il paranormale e una serie di efferati omicidi. Vi avviso però che genera dipendenza e che sarete piuttosto arrabbiati nello scoprire che il finale non è un vero finale e che vi toccherà aspettare il romanzo successivo per sapere cosa accadrà ad alcuni dei personaggi.

Evie – Evangeline – O’ Neill è una diciassettenne della buona società, dedita a party clandestini a base di alcool (siamo in pieno proibizionismo). Durante una festa, usando la sua capacità di “leggere” negli oggetti la storia dei loro proprietari, smaschera un giovane della compagnia e rende nota a tutti la sua relazione con una cameriera, ora incinta.

Sperando di mettere a tacere lo scandalo e le recriminazioni della famiglia del ragazzo, i genitori di Evie decidono di mandarla a New York dallo zio Will, che lavora presso il Museo americano del Folclore, della Superstizione e dell’Occulto. Evie parte felice, convinta che a New York potrà scatenarsi insieme alla sua amica di sempre Mabel.

In effetti, tra feste clandestine, ballerine di Ziegfiel e musica Jazz, Evie sembra ritrovare la spensieratezza persa con la morte di suo fratello James, caduto sul fronte in Europa.

Il clima euforico viene ben presto interrotto, però, da una serie di inquietanti omicidi, che hanno come sfondo il mondo dell’Occulto. Seguendo lo zio Will, chiamato a collaborare alle indagini, Evie scoprirà di non essere la sola a possedere un dono.

Non posso dirvi di più di questo affascinante romanzo. Aggiungo solo che, pur avendo una protagonista di tutto rilievo, è un romanzo quasi corale. I personaggi che si muovono intorno ad Evie (Jericho  – l’assistente dello zio, Sam – il ladro, Theta la ballerina, per citarne solo alcuni) sono degni comprimari.

Come il fermento tutto newyorkese degli anni Venti, arricchito da un’inquietante humus soprannaturale, dalle prime riflessioni sull’eugenetica, dalle lotte di classe, dall’integrazione razziale.

Mentre lo leggevo non potevo non pensare che l’America di questo romanzo è complementare a quella conosciuta ne Il grande Gatsby. Che l’autrice Libba Bray, cita, legando Evie alla famiglia Fitzgerald. I demoni e la vaga inquietudine presenti in Gatsby qui si fanno però densi e concreti e il perturbante freudiano si concretizza in un personaggio particolare.

L’uomo col cilindro, il terribile uomo col cilindro della storia, mi ha richiamato alla mente il cattivo davvero pauroso di un cartone animato per bambini La principessa e il ranocchio (parlando di coincidenze, la stella amata da uno degli animaletti del cartone si chiama Evangeline).

Evie lottò contro un’ondata di nausea mentre agitava i bastoncini e rifiutava quel cibo molesto. Ma provò anche un senso di sollievo. Magari le immagini sconvolgenti che aveva visto e la canzone che aveva sentito non avevano niente a che fare con l’assassino della ragazza. Sarebbero potute essere qualunque cosa, in realtà. Qualunque cosa in assoluto.

 




Mariantonietta Barbara

 
Autrice per il web, scrittrice, editor. Ha collaborato con diverse testate nazionali di nanopublishing. Si è occupata di blogging e web strategy per piccole aziende. Leggere, scrivere e perdersi nelle serie tv sono le sue grandi passioni.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.