Random Article


Nella trappola di uno psicopatico: una storia di manipolazione affettiva

 
Cinzia Mammoliti, Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva
Cinzia Mammoliti, Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva
Cinzia Mammoliti, Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva

 
Scheda del libro
 

Autore: Cinzia Mammoliti
 
Titolo: Nella trappola di uno psicopatico
 
Casa editrice: Sonda
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788872240038
 
Pagine: 127
 
Formato: cartaceo
 
Genere: , , ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Un libro che si legge tutto d’un fiato, e che mostra in un crescendo coinvolgente quanto si possa esser preda di un manipolatore. La formula del diario accresce nel lettore la possibilità di far parte della storia, e il linguaggio semplice e spontaneo rende il tutto molto scorrevole.

Aspetti negativi


È un libro che infastidisce, e vorremmo intervenire contro la debolezza dimostrata dalla protagonista, dalla quale tendiamo a prendere le distanze per via di una falsa superiorità che ci fa sentire immuni.


In sintesi

«Nella trappola di uno psicopatico» è un libro di Cinzia Mammoliti che mostra in un crescendo coinvolgente quanto si possa esser preda di un manipolatore.

0
Postedvenerdì, 2 marzo 2018 by

 
La nostra recensione
 
 
Cinzia Mammoliti, Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva

Cinzia Mammoliti, Nella trappola di uno psicopatico. Una storia di manipolazione affettiva

Nella trappola di uno psicopatico non è un libro facile da leggere, e siamo certi che questa «non facilità» fosse nelle intenzioni dell’autrice, la criminologa Cinzia Mammoliti, ritenuta tra i massimi esperti nazionali in materia di manipolazione relazionale e violenza psicologica.

«Una storia di manipolazione affettiva», è il sottotitolo del testo pubblicato da Sonda Editore, e la non facilità di cui sopra è dettata proprio dal delicato tema trattato e dall’uso di una voce narrante che coinvolge totalmente fino all’ultima pagina.

Nella trappola di uno psicopatico

Dal diario di Francesca

Tutto comincia un 13 marzo, per il lettore, poiché è con quella data che si apre il diario di Francesca, una donna che sta attraversando una fase di stanca scaturita da giorni tutti uguali, dal rapporto monotono e privo di passione con il compagno Giorgio, nonché da un tran tran quotidiano privo di scosse. In realtà, per la semplicità e pacatezza della protagonista, tutto ciò rappresentava fino a poco tempo prima un contesto tranquillizzante, ma lentamente le cose cambiano e nasce in lei l’insoddisfazione.

Maurizio

In questo nuovo stato d’animo trova terreno fertile Maurizio, aitante dottore che lavora con Medici Senza Frontiere. Conosciuto a una cena, appare subito a Francesca come un uomo interessante, dai modi garbati, di certo altruista – visto l’impegno professionale – riservato e sensibile. Lasciarsi trascinare dall’insolito e abbandonare tutto il resto diviene inevitabile…

Mi sono sentita una ragazzina. E come una ragazzina, sentivo di appartenere a quell’uomo come se non fosse mai esistito nessun altro prima di lui. Come se nella mia vita ci fosse sempre stato. C’era qualcosa di familiare e rassicurante nella forza di quelle braccia…

Le regole del gioco

Maurizio però, fin da subito detta le regole con un comportamento altalenante: bastone e carota, comportamenti amorevoli e silenzi scostanti, apprezzamenti e dure critiche, calde presenze e lunghe crudeli assenze prive di alcuna giustificazione. Francesca ne diviene presto succube, incapace di contrastarlo e sempre più propensa a tentare di «migliorare» per lui, a disagio nel timore di non essere l’eletta per un uomo così speciale. Il comportamento di lui, è rappresentativo di una violenza psicologica subdola, che mira dapprima a sondare fin dove può essere spinta e poi va oltre, verso la distruzione dell’altro.

Un condensato di vita vissuta

Umiliazioni, denigrazioni, ingiurie, menzogne, svilimenti, manovre d’isolamento, il far sentire in colpa e inadeguati, minacce, ricatti emotivi sono tutti atti che non lasciano un segno tangibile, ma sicuramente ne lasciano uno molto profondo sotto il profilo psicologico, con conseguenze spesso irreversibili: danni alla psiche, esaurimenti nervosi, depressioni, malattie psicosomatiche, anoressia, bulimia e tante altre.

Così scrive l’autrice alla fine del libro, in alcune note che completano questo suo lavoro. Per Nella trappola di uno psicopatico ha raccolto stralci di esperienze di donne e uomini; è dunque un condensato di vita vera, di lente e inesorabili discese verso l’inferno, la demolizione dell’autostima, la difficoltà di riappropriarsi di una vita degna di questo nome.

Nascondersi nel silenzio

Adesso, è di certo più chiara la ragione per la quale abbiamo definito questo libro «difficile da leggere». La tendenza, nell’immediato, è quella di prendere le distanze dalla debolezza di Francesca, di giudicarla priva di volontà e amor proprio. Siamo tutti superiori, dal di fuori.

In realtà, il silenzio che avvolge questi casi – che sono davvero tanti – fa sì che li si possa ignorare con facilità anche se è possibile che ne sia vittima chi ci è vicino (o noi…).

Non ne parla la cronaca, non ne parlano le statistiche, e se sta accadendo anche a te che adesso stai leggendo, noi non ne verremo mai a conoscenza.

Il messaggio dell’autrice

Cinzia Mammoliti, con Nella trappola di uno psicopatico, vuole ricordarci che

ci sono milioni di relazioni in cui si muore interiormente ogni giorno, soffrendo le pene dell’inferno per i maltrattamenti subiti da partner anaffettivi, manipolatori, sadici e crudeli.

E per comprendere meglio il fenomeno, vi invitiamo a leggere il lungo e approfondito commento posto a fine libro, che arricchisce il diario con dati e spiegazioni chiare. Perché tutti noi, uomini e donne, si possa riconoscere prima, e non dopo, un manipolatore affettivo quando ci avvicina.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.