Random Article


Per dieci minuti, di Chiara Gamberale

 
Chiara Gamberale, Per dieci minuti
Chiara Gamberale, Per dieci minuti
Chiara Gamberale, Per dieci minuti

 
Scheda del libro
 

Autore: Chiara Gamberale
 
Titolo: Per dieci minuti
 
Casa editrice: Feltrinelli
 
Anno: 2013
 
ISBN: 9788807030710
 
Pagine: 187
 
Formato: cartaceo; cartaceo
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Uno stile piacevole, senza costanti colpi di scena eppure privo di lentezza. Una voce narrante schietta, ironica, da amica che ci e si racconta. Una storia che ci appartiene e un suggerimento che ci apparterrà.

Aspetti negativi


Forse il fatto che vorremmo seguire Chiara per un tempo meno limitato, oramai affezionati al suo vivere e sopravvivere. Ma sono trenta i giorni che ci offre e ci sembreranno pochi.


In sintesi

«Per dieci minuti» è un romanzo di Chiara Gamberale che ci piace definire «una solida zattera» a cui aggrapparsi nelle vicende della quotidianità.

0
Posted 22 Agosto 2016 by

 
La nostra recensione
 
 
Chiara Gamberale, Per dieci minuti

Chiara Gamberale, Per dieci minuti

Per dieci minuti di Chiara Gamberale, non è un libro ma una solida zattera! Pubblicato da Feltrinelli nel 2013 e giunto quest’anno – 2016 – alla quinta edizione, potrebbe sembrare un simpatico romanzo di quelli che rilassano, che fanno staccare la spina. In realtà è davvero ben altro, e non è la prima volta che questa interessante autrice ci coglie di sorpresa con i suoi libri.

La storia è parzialmente autobiografica, per definirla con le sue stesse parole, ma molti di noi potranno riconoscersi, perché capita a tutti prima o poi di subire una scossa che trasforma il quotidiano.

Il primo impatto è dei peggiori, fino a quando non si scopre che da un cambiamento non desiderato possono derivare nuove opportunità.

Per Chiara G., la protagonista, la scossa è delle peggiori: il marito raggiunge altri lidi che trova più rilassanti, concedendosi di assaporare pancake preparati dalla sua nuova fidanzata irlandese. Anche il lavoro regala sorprese sgradite: Chiara viene sostituita in una rubrica alla quale teneva.

Andare sottovuoto. Sento proprio l’aria che mi manca e il corpo che si mette a galleggiare, per conto suo, dentro una specie di sacchetto. E fuori dal sacchetto tutto il mondo.

Un inevitabile crollo, di quelli che separano dagli altri, dal resto del mondo. Un crollo che la spinge in analisi ed ecco il suggerimento che vi ammalierà: per dieci minuti al giorno, Chiara deve dedicarsi a qualcosa che non ha mai fatto. Non deve essere necessariamente qualcosa di stupefacente, bensì qualcosa di nuovo, anche piccino, magari banale o sciocco ma nuovo. E possibilmente per un mese intero. E che sia un bizzarro colore di smalto o una passeggiata insolita, o una telefonata che mai avremmo pensato di fare, beh, non importa.

Il libro, racconta proprio di questi trenta giorni, della rinascita di Chiara, di quel nuovo che si insinua nel dolore e nell’amarezza, restituendo i colori. Perché, nella vita, di colori ce ne sono davvero tanti anche quando le circostanze tentano di trasformare tutto in un piatto e insulso bianco e nero.

Si chiama “accogliere”. Un aprire la porta a un nuovo quotidiano che non deve soltanto spaventare ma anche attrarre. Ogni nuovo inizio giunge dopo la fine di qualcosa, e non è detto che sia poi così terribile… In quei dieci minuti al giorno potremmo anche finire per guardarci attorno quasi fosse la prima volta che lo facciamo con la giusta attenzione.

Credo che ci siano persone che non dobbiamo sforzarci di accogliere: sono già entrate nella nostra vita mentre non ce ne rendevamo conto. Mentre a chissà cos’altro stavamo pensando.

Un libro che ispira, che ci insinua la voglia di provare anche noi, quei dieci minuti di piccole follie, o di piccole grandi cose che rappresentano apertura, curiosità, ironia. Tutto ciò che contraddistingue questo libro e chi lo ha scritto.

Non perdetevelo.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.