Random Article


Pokémon GO mania, di Gabriele Niola

 
Gabriele Niola, Pokémon Go mania: la prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo
Gabriele Niola, Pokémon Go mania: la prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo
Gabriele Niola, Pokémon Go mania: la prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo

 
Scheda del libro
 

Autore: Gabriele Niola
 
Titolo: Pokémon Go mania. La prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo
 
Casa editrice: Libreriamo
 
Anno: 2016
 
ISBN: 9788899797195
 
Formato: eBook
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Un saggio chiaro e ben scritto, con diverse note di approfondimento.

Aspetti negativi


Nell'appendice avrei inserito diversamente le parti con le “dritte” che, alla fine, risultano un po' troppo slegate.


In sintesi

Gabriele Niola, gamer e critico cinematografico, pubblica con Libromania un eBook dal titolo «Pokémon Go mania», una guida per capire il fenomeno.

0
Postedmercoledì, 3 agosto 2016 by

 
La nostra recensione
 
 
Gabriele Niola, Pokémon Go mania: la prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo

Gabriele Niola, Pokémon Go mania

E così Pokémon Go tiene banco questa estate. Il «videogioco di tipo free-to-play basato su realtà aumentata geolocalizzata con GPS, sviluppato da Niantic per i sistemi operativi mobili iOS e Android, creato con la collaborazione di Game Freak, The Pokémon Company e Nintendo» (per citare Wikipedia) da un lato fa giocare le persone, dall’altro fa versare fiumi e fiumi di inchiostro va sempre più forte.

Ma perché Pokémon Go ha successo? «Il motivo per il quale un certo numero di persone è spinto ad andare in cerca di esserini fasulli per gioco non è semplice a spiegarsi, e vorrebbe dire spiegare quali siano gli stimoli che radicano l’esigenza di esperienze ludiche nell’essere umano». A spiegarlo è Gabriele Niola nell’eBook Pokémon Go mania. La prima guida italiana per capire il fenomeno che sta conquistando il mondo.

Il testo, edito da Libromania, è diviso in due parti. La prima è un saggio di Gabriele Niola e ha per titolo Pokémon GO: cosa sta succedendo ai videogiochi e al mondo che abitiamo; la seconda (l’appendice, in verità) contiene «trucchi, segreti e consigli di gioco» e un glossario.

La parte che mi ha più interessato è stata la prima in cui Niola approfondisce il fenomeno di Pokémon Go e dei Pokémon in generale. Un saggio molto ben scritto e con tante note in cui si approfondisce «il primo videogame citato da un Presidente della Repubblica Italiana» e che trasforma attività quotidiane in qualcosa di particolare, perché «anche andare al supermercato si carica di un’epica che non gli apparterrebbe». Del resto «la narrativa di Pokémon, che non è quella di una principessa da liberare, come per Super Mario, ma quella di un ragazzo che gira per trovare mostriciattoli e allenarli per farli sfidare con i mostriciattoli di altri allenatori come lui».

Com’è naturale che sia Pokémon Go non lascia indifferenti: c’è chi lo adora e chi lo denigra, perché

Con quel movimento tipico dell’opinionismo facile, un grande fenomeno sa attirarsi grandi odi […] dopo la prima ondata di adozione arriva la seconda, di odio, quella che si può chiamare «di ritorno». Cioè dopo l’ondata di chi gioca […] sono arrivati quelli che non vogliono sentir parlare […] e quelli che raccontano i disastri indotti dal gioco. Sono arrivati quelli che vedono nel videogame la fine della civiltà o il simbolo di «dove siamo arrivati», chi cioè usa la popolarità di qualcosa per definire se stesso per opposizione: «Io non sono uno di quelli che usano Pokémon GO, perché io non sono come la massa, io sono diverso, io sono per i veri valori / la cultura classica / i bagni nel mare / la poesia / l’amore / la fica».

Cinque sono i capitoli in cui Gabriele Niola snocciola la sua analisi su Pokémon Go: I Pokémon, gli allenatori e il disgusto di tutti gli altri; Pikachu ha più amici di Super Mario; Il profeta di una nuova era; Le dita sulla città e Soldi veri per beni digitali, la storia della nostra vita.

Ho trovato molto interessante l’excursus storico, a partire da Super Mario e dai Pokémon Red del 1996 e la notazione che «la socialità è parte della mitologia dei Pokémon, concetti come “amicizia”, “gruppo”, “squadra” e “attaccamento»” erano anche al centro della serie animata del 1997 e costituiscono un elemento caratteristico della serie».

Per Gabriele Niola Pokémon Go è una sorta di profeta di una nuova era perché mostra i cambiamenti a tutti i livelli nel mondo dei videogiochi e, soprattutto, in quello, concreto, che abitiamo. Perché, per citare Gareth Damian Martin: «In città ordinate dalla routine e divise da classi ed etnie, l’idea di una forza interamente virtuale in grado di sovvertire gli equilibri di popolazione, spazio e potere appare incredibilmente potente».

L’appendice, come dicevamo, contiene consigli pratici che sono più utili a chi vuole giocare e magari non ha ben chiare le idee di come funzioni il gioco o è alla ricerca di qualche trucchetto per procedere in maniera più spedita.




Roberto Russo

 
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: «Nulla che sia umano mi è estraneo» (Terenzio) e «Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo» (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, collabora con alcune testate online, è editore della Graphe.it, e tanto tempo fa ha pubblicato un racconto con Mondadori.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.