Random Article


Quattro madri, di Shifra Horn

 
Shifra Horn, Quattro madri
Shifra Horn, Quattro madri
Shifra Horn, Quattro madri

 
Scheda del libro
 

Autore: Shifra Horn (traduzione di Sarah Kaminski)
 
Titolo: Quattro madri
 
Casa editrice: Fazi
 
Anno: 2018
 
ISBN: 9788893253383
 
Pagine: 370
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Un realismo magico, un mondo al femminile, evocati con mano scorrevole e profonda e destinati a lasciare un segno indelebile nel lettore.

Aspetti negativi


Le suggestioni magiche e arcane, indiscutibili pregi del libro, possono diventare tuttavia il rovescio della medaglia per il lettore troppo ancorato al visibile e al concreto.


In sintesi

Cinque generazioni di donne israeliane che si confrontano con una lunga e pervicace maledizione che solo Amal spezzerà, grazie alla nascita di Ben Ami, il primo figlio maschio della famiglia.

0
Posted martedì, 24 luglio 2018 by

 
La nostra recensione
 
 
Shifra Horn, Quattro madri

Shifra Horn, Quattro madri

Quattro madri di Shifra Horn (pubblicato in Italia da Fazi, con la traduzione di Sarah Kaminski) è un romanzo tutto al femminile, avvolto in atmosfere misteriose, suggestioni che lo nutrono sapientemente dal di dentro. Letta la prima pagina, si viene come magicamente risucchiati nelle vicende di cinque donne israeliane.

Cinque generazioni che, dalla bisnonna Sarah, portano, passando per Pnina Mazal e Gheula, ad Amal, colei che con la nascita di un figlio maschio e l’abbandono da parte del marito rompe una volta per tutte la lunga maledizione della famiglia.

Storie, scatti fotografici che escono da un vecchio baule che Amal ha ereditato dalla bisnonna insieme a un grande letto d’ottone e un Napoleone d’oro spezzato e misteriosamente ricongiunto da un abilissimo orafo locale. Quasi il prezioso baule fosse la voce di una Sheherezade moderna, le vicende delle cinque protagoniste (non va infatti dimenticata Mazal, la madre di Sarah) si dipanano, rivelano il segreto di ogni vita, mostrano l’intreccio di un destino che ha voluto che tutte le donne della famiglia venissero abbandonate dal proprio uomo e costrette ad allevare da sole la propria prole.

Un nastro cangiante e misterioso che si svolge nel corso di una lunga, indimenticabile notte dove ogni singola esistenza trova la propria unica e indimenticabile voce, mentre Israele, anno dopo anno, generazione dopo generazione, attraversa la sua travagliatissima storia. Il suo inconfondibile Novecento.

Un brano di Quattro madri di Shifra Horn

Nell’anno in cui mia madre lasciò Meah Shearim, scoppiò la guerra d’indipendenza. La maggior parte degli edifici fu danneggiata dai proiettili sparati dal confinante quartiere arabo. Uomini, donne e bambini furono uccisi come mosche, soltanto il caseggiato della yeshivà e gli appartamenti vicini ne uscirono indenni: il che fu visto come un segno divino.




Giorgio Podestà

 
Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.