Random Article


Rotta per Leuke: la rotta misteriosa di un nuovo autore

 

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
2 total ratings

 


In sintesi

Coraggioso esordio, quello di Peico – nome d’arte per un autore che preferisce trincerarsi dietro uno pseudonimo, e di cui si sa soltanto che studia Lingua e Cultura Araba presso l’Isiao e Relazioni Internazionali alla Sapienza di Roma – con il suo Rotta per Leuke, uscito di recente per i tipi di Montag Editore. Esordio […]

0
Posted giovedì, 23 Dicembre 2010 by

 
La nostra recensione
 
 

Coraggioso esordio, quello di Peico – nome d’arte per un autore che preferisce trincerarsi dietro uno pseudonimo, e di cui si sa soltanto che studia Lingua e Cultura Araba presso l’Isiao e Relazioni Internazionali alla Sapienza di Roma – con il suo Rotta per Leuke, uscito di recente per i tipi di Montag Editore.

Esordio coraggioso, dicevamo, perché il libro, oscillante tra il dialogo – tra un uomo e una donna, almeno all’inizio – e il monologo filosofico, non è di facilissimo approccio, sia sul fronte della lettura tout court che della sua interpretazione. L’autore, infatti, sembra voler intenzionalmente rigettare le forme e le strutture narrative tradizionali, in favore di un flusso narrativo pressoché ininterrotto, a tratti caratterizzato da momenti d’intenso lirismo. Si veda ad esempio questo frammento, tratto dalle prime pagine:

“[…] Passione? No, solo amore. Solo sesso. Braci che mai potranno essere sopite. Incendi mai divampati. Spettatori divertiti dei nostri corpi, congiunti nell’energia pulsate, pura e vibrante di un assaggio di morte. Allegra visita in un regno turchino. Devoti. Grati per sempre al rettile seduttore. Debitore, per sempre, al rettile salvatore. Decaduti, ci rialzavamo nel nostro peccato. […]

Il testo, non suddiviso in capitoli, risuona in certi momenti di echi nietzschiani, e, per altri versi e suggestioni, sembra rifarsi anche alla poetica del primo Walt Whitman. Come non pensare infatti ai versi immortali del Canto di me stesso, nei quali il grandi poeta celebrava la grandezza dell’io, quale suprema chiave interpretativa del reale?

Concludo segnalando l’ironica, e non meno oscura, dedica con la quale l’autore apre il volume: “Ad Attilio e Ermanno, maestri di vita – Al Comandante Diavolo, eroe”.

Peico
Rotta per Leuke
Montag Editore, 2010
ISBN 9788896793275
pp. 71, euro 10,00




Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.