Random Article


Storia proibita dell’America, di Dario Fo

 
Dario Fot, Storia proibita dell'America
Dario Fot, Storia proibita dell'America
Dario Fot, Storia proibita dell'America

 
Scheda del libro
 

Autore: Dario Fo
 
Titolo: Storia proibita dell'America
 
Casa editrice: Guanda
 
Anno: 2015
 
ISBN: 9788823511231
 
Pagine: 170
 
Formato: cartaceo; eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
6 total ratings

 

Aspetti positivi


Si tratta in fondo di un testo di storia, eppure scorre come un romanzo d’avventura, non contiene rallentamenti e qualche sferzata di ironia rende la lettura ancor più piacevole. Il tema trattato è molto interessante e ogni capitolo rappresenta il frutto di meticolose ricerche.

Aspetti negativi


Se vi piace continuare a immaginare gli indiani come incivili e crudeli, e temete per il vostro scalpo, la scoperta di non essere dalla parte dei buoni non vi entusiasmerà.


In sintesi

Storia proibita dell’America è un testo di Dario Fo che, grazie alla sua sferzante ironia, mostra l’altro volto della storia americana, quello dei vinti.

1
Posted venerdì, 20 Novembre 2015 by

 
La nostra recensione
 
 

Dario Fot, Storia proibita dell'AmericaStoria proibita dell’America, del premio Nobel per la letteratura Dario Fo, è stato pubblicato da Guanda Editore ed è inserito nella collana Narratori della Fenice.

Dario Fo lo conosciamo tutti e rappresenta una garanzia: difficile trovare qualcosa non degna di nota in tutto ciò che da sempre offre al pubblico; nondimeno, diversi altri nomi che potrete leggere in copertina collaborano al testo – compreso quello del figlio Jacopo – e noi vogliamo citarne uno in particolare: quello della compianta Franca Rame, compagna dell’autore nella vita e nel lavoro, in un sodalizio ricco di indimenticabili frutti.

Storia proibita dell’America è corredato di immagini tratte da dipinti dello stesso autore, e racconta la storia dei Seminole, il leggendario popolo nativo della Florida di cui non molti conoscono l’esistenza, la forza, le vicissitudini; la storia di un popolo dunque, ma che coinvolge quella di tanti altri: tribù indiane, gli schiavi neri, le vittime di colonizzazioni, i guerrieri e i popoli di pescatori – dall’indole pacifica – o i popoli dei cacciatori, meno “tranquilli”. Una vicenda che nel suo scorrere avventuroso, non mancherà di colpire anche la vostra anima, e che rappresenta il frutto di anni di ricerche, che partono dal primo insediamento umano in Florida, risalente a venticinquemila anni fa! Memorie e testimonianze di tanti incredibili personaggi le cui azioni e punti di vista sono qui svelati, per farci avere un’idea su ciò che gli indiani dovettero sopportare ma anche sul loro vivere, sull’organizzazione del quotidiano o della difesa, sulla fierezza e sulle reazioni, sulla furbizia e intelligenza, ma anche sulla stupidità dell’uomo bianco e sulle azioni dei Conquistadores.

Interessante – tra le tante – la storia della tribù dei Calusa, che non si impaurisce davanti al nemico, è reattiva, combattiva, e riesce addirittura ad avere dei marinai scampati a una terribile tempesta come alleati contro gli spagnoli.

Ormai i marinai hanno scelto di stare dalla parte dei nativi e, grazie alla loro esperienza diretta, riescono a organizzarsi in modo da porre in scacco i colonizzatori. Il luogo di cui costoro prendono possesso viene chiamato Florida, ed è lì che i sopravvissuti dall’uragano incontrano per la prima volta i Calusa, con i quali organizzeranno la cacciata degli spagnoli agli ordini di Ferdinando d’Aragona.

In queste pagine ricche di umanità e di storia, ma non del tutto prive di quella tagliente ironia che caratterizza ogni opera di Fo, l’autore mette il punto anche sulla banalità dei film di Hollywood, citandone tre che tutti conosciamo, e che rendono perfettamente l’idea: Soldato blu, Piccolo grande uomo, Balla coi lupi. In qualche modo “raccontano solo le storie degli indiani sconfitti. E anche quando i nativi non sono presentati come spietati sterminatori di pionieri, comunque vengono massacrati con pretesti ignobili. Nessun film a raccontare vittorie degli indiani.”

Tuttavia, capitolo dopo capitolo sarà evidenziata la vera natura di queste genti: non popoli sottomessi ma uomini e donne capaci di resistenza feroce.

Storia proibita dell’America, fa parte di un progetto più ampio e rappresenta il primo volume di dieci libri che racconteranno le vicende di popoli che mai si sono arresi, che hanno saputo lottare ad ogni prezzo in nome della libertà, opponendosi a costo della vita a qualunque condizione di schiavitù. Infatti, da circa due anni, è iniziato il secondo lavoro, quello che racconterà dei “Calunga o Kalunga, discendenti di schiavi fuggiti dalle miniere d’oro del Brasile centrale, organizzati in comunità autosufficienti e che hanno vissuto più di duecento anni isolati in aree remote vicino Chapada dos Veadeiros, nello stato attuale di Goias”.

Avventuroso come un romanzo, avvincente come ogni avventura ben raccontata lo è, in realtà è storia, e ci ricorda che “le nazioni si costruiscono impastando le mura col sangue”.




Susanna Trossero

 
Susanna Trossero è nata a Cagliari e vive a Roma. Ha fatto della scrittura la sua principale occupazione. Ha pubblicato poesie, raccolte di racconti, romanzi, e sta lavorando ad altri progetti. È un’appassionata di racconti brevi.


One Comment


  1.  
    antonio baldo

    I nativi americani massacrati come i pagani .





Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.