Random Article


Tutto chiuso tranne il cielo, di Eleonora C. Caruso

 

 
Scheda del libro
 

Autore: Eleonora C. Caruso
 
Titolo: Tutto chiuso tranne il cielo
 
Casa editrice: Mondadori
 
Anno: 2019
 
ISBN: 9788804708018
 
Pagine: 155
 
Formato: cartaceo, eBook
 
Genere: ,
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
no ratings yet

 

Aspetti positivi


Un romanzo che è il ritratto poetico e desolato di una generazione cresciuta troppo velocemente: ancorata al virtuale, smarrita nel reale.

Aspetti negativi


Personaggi e storie che tendono a rivelare una uniformità senza guizzi o slanci trasversali. Specchio di una generazione che rischia di non andare mai al di là di se stessa.


In sintesi

Il nuovo romanzo di Eleonora C. Caruso porta di nuovo in scena i protagonisti di Le ferite originali tra rabbuiati segreti familiari, dolori a cielo aperto ed atmosfere implacabili da terzo millennio.

0
Posted 2 Aprile 2019 by

 
La nostra recensione
 
 
Eleonora C. Caruso, Tutto chiuso tranne il cielo

Eleonora C. Caruso, Tutto chiuso tranne il cielo

Tutto chiuso tranne il cielo getta nuova luce su un gruppo di personaggi già noti, nomi che hanno popolato (molti di voi lo ricorderanno certamente) un altro romanzo di Eleonora C. Caruso, il celebre Le ferite originali, pubblicato da Mondadori nel 2018.

Tutto chiuso tranne il cielo

Di nuovo una Milano calda e 2 fa da sfondo alle vicende di Julian, Christian e Dante. Ancora una volta i protagonisti (nuovi e vecchi) rivelano tutto il loro malessere al neon, mostrano il proprio paesaggio interiore immerso in una poetica desolazione, corroso da una visione lancinante e duramente smagata della realtà. Dolori dell’anima che nessun analgesico potrà mai curare, disturbi alimentari, amori non corrisposti e, naturalmente, segreti che, pur intuiti o attesi dal lettore più smaliziato, tagliano puntualmente la pagina in un baluginìo gelidamente azzurro.

Eppure aprendo la prima pagina di Tutto chiuso tranne il cielo il gelo ci appare lontano: subito ci ritroviamo infatti nel bel mezzo di un’estate bollente, con Julian che rientra a Milano dopo un lungo soggiorno a Tokyo. Un ritorno dove in un modo o nell’altro i nodi sembrano però venire al pettine, aprirci squarci, darci la misura e la quantità dell’accaduto fino a farci toccare la verità. Affiorano così rapporti familiari complessi, dolorosi, affocati più dell’estate stessa.

Ancora una volta (dopotutto questo è lo stile della giovane scrittrice) tutto scorre secondo un ritmo da vita virtuale, tra star del web, sottofondi da YouTube, canzoni dalla malinconia tagliente e fonda. Di scena, pagina dopo pagina, una generazione intrappolata, infelice, che scruta, sconsolata come non mai, l’unica cosa rimasta ancora aperta: il cielo.




Giorgio Podestà

 
Nato in Emilia si occupa di moda, traduzioni e interpretariato. Dopo la laurea in Lettere Moderne e un diploma presso un famoso istituto di moda e design, ha intrapreso la carriera di fashion blogger, interprete simultaneo e traduttore (tra gli scrittori tradotti in lingua inglese anche il premio Strega Ferdinando Camon).


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.