Random Article


Una prospettiva tutta al femminile per Il gioco delle nuvole

 

 
Scheda del libro
 

Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
1 total rating

 


In sintesi

Dal blog Criticaletteraria, riportiamo stralci della recensione al romanzo di Silvana Sonno, Il gioco delle nuvole. Autrice della recensione è Laura Ingallinella. *** La situazione di partenza sembra tra le più semplici. Un uomo incontra una donna, conosciuta tempo addietro via internet; la passione esplode. L’idillio della linearità – del sentimento, della trama, della struttura […]

0
Posted 6 Maggio 2008 by

 
La nostra recensione
 
 

Dal blog Criticaletteraria, riportiamo stralci della recensione al romanzo di Silvana Sonno, Il gioco delle nuvole. Autrice della recensione è Laura Ingallinella.

***

Il gioco delle nuvoleLa situazione di partenza sembra tra le più semplici. Un uomo incontra una donna, conosciuta tempo addietro via internet; la passione esplode. L’idillio della linearità – del sentimento, della trama, della struttura intera del romanzo – tuttavia, si spezza ben presto: ampie digressioni si insinuano nella storia d’amore di M. e Z. (i cui nomi per intero, con una sorta di retardatio nominis, scopriremo solo nel corso del racconto); il passato invade il presente, lo influenza potentemente.

La “galleria di famiglia” offerta da Silvana Sonno ci presenta personaggi divisi tra dinamicità e staticità, due gruppi distinti in opposizione tra loro. La particolarità è che il ruolo di “personaggio dinamico” è riservata solo alla donna: donna che recupera la propria dignità ed energia vitale, donna che accoglie il nuovo e il vecchio, donna che riesce ad appropiarsi di un’identità, cambiare senza smentire la propria natura e i propri affetti. Le tre donne del romanzo (Mimosa, Carolina, Rosella, ma anche tutte le scrittrici citate, e ancor più a fondo il movimento femminista) sono il concreto nucleo pulsante di avvenimenti, parole, riflessioni. Quasi a suggerire che l’atto creativo, la vita stessa è essenzialmente donna. Ed è un suggerimento che proviene dal titolo stesso: solo Mimosa, la donna che cresce e vive con consapevolezza questa crescita, è capace di osservare il dinamico susseguirsi delle nuvole e riconoscere in questo perenne movimento il senso stesso dell’esistenza.

Anche lo stile, variegato e multiforme, dall’ironia quotidiana a momenti sostenuti di pathos, è immancabilmente donna: acuto, sempre complice, spesso sorridente.

Il merito di Silvana Sonno resta comunque quello di aver messo in scena l’universo donna con sincerità e passione, con le forze fondamentali e le ragioni profonde di questo universo, in un romanzo leggero che presenta notevoli spunti di riflessione.




Graphe.it

 
“La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro; leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (A. Schopenhauer)


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.