Random Article


La vena inestinguibile di Paul McCartney: Chaos and Creation in the Backyard

 

 
Scheda
 

Autore: Paul McCartney
 
Titolo: Chaos and Creation in the Backyard
 
Etichetta: Mpl
 
Anno: 2005
 
Genere:
 
Il nostro voto
 
 
 
 
 


User Rating
9 total ratings

 

Aspetti positivi


La sorprendente freschezza compositiva di Sir "Macca".

Aspetti negativi


Una certa malinconia di fondo, segno forse degli anni che, nonostante tutto, passano.


In sintesi

Con “Chaos and Creation in the Backyard” Macca dà vita a un’interessante operazione di svecchiamento artistico, grazie anche alla produzione di Nigel Godrich.

0
Posted giovedì, 14 Febbraio 2013 by

 
La nostra recensione
 
 

La vena inestinguibile di Paul McCartney: Chaos and Creation in the BackyardLa domanda è: può un’autentica icona del rock, l’artista che assieme a John Lennon ha scritto pagine immortali della musica moderna, realizzare ancora qualcosa che valga la pena di ascoltare? La risposta è sì. Perché Sir Paul McCartney, giunto nel 2005 all’impressionante traguardo del ventesimo disco dell’era post-Beatles, decide di rimettersi ancora una volta in discussione.

È così che con Chaos and Creation in the Backyard Macca dà vita a un’interessante operazione di svecchiamento artistico, grazie anche alla produzione di Nigel Godrich, produttore tra gli altri di artisti quali i Radiohead. Cominciamo col segnalare che, su preciso invito di Godrich, McCartney ha suonato quasi tutti gli strumenti da solo, come non accadeva dai tempi dei primi album solisti. Per questo il disco può essere tranquillamente accostato a quella vera e propria perla nella discografia del Nostro che è Ram, album del 1971.

Particolarmente apprezzabile la scelta di atmosfere sobrie, a tratti dolenti, che consentono ai brani di sfuggire al cliché del pop di facile consumo, genere nel quale peraltro il Nostro eccelle. È un disco ispirato, e uno dei migliori nella vasta discografia di McCartney, per quanto ciò possa apparire incredibile per un’artista che, dopo aver cavalcato con la sua musica mezzo secolo di storia, sembra ben determinato a lasciare un segno anche nel nuovo millennio.

Per i cultori delle cifre, annoto che Chaos and Creation in the Backyard si è aggiudicato 3 nomination ai Grammy Awards, inclusa un’altra nomination nella categoria Album dell’Anno. È stato presente nella top ten sia in Gran Bretagna che negli States.

Paul McCartney
Chaos and Creation in the Backyard
Capitol / Parlophone / EMI 2005

Playlist:

  • Fine Line
  • How Kind Of You
  • Jenny Wren
  • At The Mercy
  • Friends To Go
  • English Tea
  • Too Much Rain
  • A Certain Softness
  • Riding To Vanity Fair
  • Follow Me
  • Promise To You Girl
  • This Never Happened Before
  • Anyway



Luigi Milani

 
Luigi Milani è giornalista freelance, editor e traduttore. Autore di due romanzi e una raccolta di racconti, ha curato le edizioni italiane degli ultimi due libri di Jasmina Tešanović, Processo agli Scorpioni e Nefertiti (Stampa Alternativa 2008-2009), e le versioni italiane di alcuni racconti di Bruce Sterling (40k eBooks). È tra i fondatori delle Edizioni XII. Vive e lavora a Roma. Per la Graphe.it edizioni dirige la collana di narrativa digitale eTales.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.