Random Article


San Clemente I, papa e martire

 
Giambattista Tiepolo, Visione di papa Clemente I, olio su tela (tra il 1730 e il 1735 circa)
Giambattista Tiepolo, Visione di papa Clemente I, olio su tela (tra il 1730 e il 1735 circa)
Giambattista Tiepolo, Visione di papa Clemente I, olio su tela (tra il 1730 e il 1735 circa)

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Papa Clemente I, martire
 
Data della ricorrenza: 23 novembre
 
Periodo: papa dal 92 al 97
 
Iconografia: palma
 
Grado della celebrazione: memoria facoltativa
 
Titolo: ,
 

Preghiera


O Dio, mirabile nei tuoi santi, benedici e rallegra la tua Chiesa nel glorioso ricordo del papa san Clemente I, che, sacerdote e martire del tuo Figlio, testimoniò con il sangue il mistero che celebrava e confermò con la vita l’annunzio del Vangelo.


In sintesi

Il santo del giorno del 23 novembre è papa Clemente I, martire, quarto vescovo di Roma. Di lui rimane una bella lettera ai Corinzi.

0
Posted 23 Novembre 2015 by

 
Il santo del giorno
 
 
Giambattista Tiepolo, Visione di papa Clemente I, olio su tela (tra il 1730 e il 1735 circa)

Giambattista Tiepolo, Visione di papa Clemente I, olio su tela (tra il 1730 e il 1735 circa)

23 novembre: santo del giorno è Clemente I, quarto papa della chiesa di Roma. È chiamato spesso anche come Clemente romano. Fu vescovo di Roma dopo Pietro, Lino e Anacleto. Viene ricordato nel Canone Romano, la più antica preghiera eucaristica.

Di lui ci è rimasta una lettera indirizzata ai cristiani di Corinto per ristabilire la concordia degli animi, appare come uno dei più antichi documenti dell’esercizio del primato. Lo scritto testimonia il Canone dei libri ispirati e dà preziose notizie sulla liturgia e sulla gerarchia ecclesiastica. Accenna anche alla gloriosa morte degli apostoli Pietro e Paolo e dei protomartiri romani nella persecuzione di Nerone.

Ci sono anche altri scritti giunti sotto il suo nome, ma non è certo che siano stati scritti da lui. Tra l’altro, papa Clemente I sembra che sia stato il primo a rinunciare al suo incarico di vescovo di Roma.

La sua «deposizione» il 23 novembre è ricordata dal martirologio geronimiano (del secolo VI) e da tutti i libri liturgici romani.

Il Martirologio Romano così lo ricorda: “San Clemente I, papa e martire, che resse la Chiesa di Roma per terzo dopo san Pietro Apostolo e scrisse ai Corinzi una celebre Lettera per rinsaldare la pace e la concordia tra loro. In questo giorno si commemora la deposizione del suo corpo a Roma”.

Tra le sue frasi sulla carità ne sono celebri alcune:

  • Colui che possiede la carità in Cristo mette in pratica i comandamenti di Cristo.
  • La carità ci congiunge intimamente a Dio.
  • La carità non suscita scismi, la carità opera tutto nella concordia.

Viene spesso raffigurato con la palma, simbolo del martirio. A Roma la basilica che porta il suo nome è una delle più belle e affascinanti (Basilica di San Clemente al Laterano).

Foto | Giambattista Tiepolo [Public domain o Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.