Random Article


San Fabiano, papa e martire

 
San Fabiano, papa e martire
San Fabiano, papa e martire
San Fabiano, papa e martire

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Fabiano
 
Data della ricorrenza: 20 gennaio
 
Periodo: papa dal 236 al 250
 
Patronato: Idraulici
 
Iconografia: abiti pontificali; palma del martirio
 
Grado della celebrazione: memoria facoltativa
 
Titolo: ,
 

Preghiera


O Dio, gloria dei tuoi sacerdoti, concedi a noi tuoi fedeli, per intercessione del papa e martire Fabiano, di crescere come comunità di fede e di amore.


In sintesi

Santo del giorno 20 gennaio è san Fabiano, ventesimo papa della chiesa cattolica e martire sotto Diocleziano, nonché patrono degli idraulici.

0
Posted 20 Gennaio 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
San Fabiano, papa e martire

San Fabiano, papa e martire

20 gennaio: santo del giorno è Fabiano, papa e martire.

San Fabiano è stato il ventesimo papa della Chiesa cattolica ed ha svolto il suo magistero petrino per quattordici anni, dal 236 al 250. Sotto il suo pontificato la figura del vescovo di Roma, il papa appunto, assunse un enorme prestigio e influenza, tanto che l’imperatore Decio se ne preoccupò. E non è un caso che Fabiano sia morto martire proprio sotto quell’imperatore.

Nel suo operato da papa san Fabiano ha promosso il consolidamento e lo sviluppo della Chiesa. Per poter meglio assistere i poveri della Città Eterna, divise Roma in sette diaconie.

Dopo la morte, venne sepolto nel cimitero di Callisto e la «Depositio martyrum» (del 354) ne riporta la memoria il 20 gennaio.

Il Martirologio Romano così ne traccia il profilo: “San Fabiano, papa e martire, che da laico fu chiamato per grazia divina al pontificato e, offrendo un glorioso esempio di fede e di virtù, subì il martirio durante la persecuzione dell’imperatore Decio; san Cipriano si felicita del suo combattimento, perché diede una testimonianza irreprensibile e insigne nel governo della Chiesa; il suo corpo in questo giorno fu deposto a Roma sulla via Appia nel cimitero di Callisto”.

San Cipriano (210 – 258), vescovo e scrittore romano, così celebrò san Fabiano in una delle sue lettere:

Quanto è dannosa per i sudditi la caduta di chi è a capo, altrettanto invece è utile e salutare un vescovo come Fabiano che si offre ai fratelli come esempio di fermezza di fede.

Foto | Giovanni di Paolo [Public domain o Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.