Random Article


San Giovanni Crisostomo, vescovo e dottore della Chiesa

 
13 settembre, San Giovanni Crisostomo
13 settembre, San Giovanni Crisostomo
13 settembre, San Giovanni Crisostomo

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Giovanni Crisostomo
 
Data della ricorrenza: 13 settembre
 
Periodo: circa 349 - 407
 
Grado della celebrazione: memoria obbligatoria
 
Titolo: ,
 

Preghiera


O Dio, sostegno e forza di chi spera in te, che ci hai dato in san Giovanni Crisostomo un vescovo mirabile per l’eloquenza e per l’invitta costanza nelle persecuzioni, fa’ che il popolo cristiano, illuminato dalla sua dottrina, sappia imitare la sua fortezza evangelica.


In sintesi

San Giovanni Crisostomo, vescovo e dottore della chiesa, è il santo del giorno 13 settembre. Il suo nome significa «bocca d’oro».

0
Posted martedì, 13 Settembre 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
13 settembre, San Giovanni Crisostomo

13 settembre, San Giovanni Crisostomo

13 settembre: santo del giorno è Giovanni Crisostomo, vescovo e dottore della chiesa. In greco «crisostomo» vuol dire «bocca d’oro» e questo appellativo è dovuto al fatto che era un maestro nell’omiletica e aveva grandi doti retoriche.

Giovanni Crisostomo nacque ad Antiochia verso il 349 e morì a Comana sul Mar Nero il 14 settembre 407. Fu annunziatore fedele della parola di Dio, come presbitero ad Antiochia (386-397) e come vescovo a Costantinopoli (397-404). Qui si dedicò all’evangelizzazione e alla catechesi, all’opera liturgica, caritativa e missionaria. L’anafora eucaristica da lui rielaborata in forma definitiva sull’antico schema antiocheno è ancor oggi la più diffusa in tutto l’Oriente. La sua predicazione nel campo morale e sociale gli procurò dure opposizioni e infine l’esilio (404-407), dove morì. Nella sua opera di maestro e dottore ha rilievo il commento alle Scritture, specialmente alle lettere paoline, e il suo contributo alla dottrina eucaristica.

Il Martirologio Romano ne scrive in questo modo: «Memoria di san Giovanni, vescovo di Costantinopoli e dottore della Chiesa, che, nato ad Antiochia, ordinato sacerdote, meritò per la sua sublime eloquenza il titolo di Crisostomo e, eletto vescovo di quella sede, si mostrò ottimo pastore e maestro di fede. Condannato dai suoi nemici all’esilio, ne fu richiamato per decreto del papa sant’Innocenzo I e, durante il viaggio di ritorno, subendo molti maltrattamenti da parte dei soldati di guardia, il 14 settembre, rese l’anima a Dio presso Gumenek nel Ponto, nell’odierna Turchia».

Foto | Di anonimous (own photo from reprint edition) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.