Random Article


Sant’Ireneo di Lione, vescovo e martire

 
Sant'Ireneo di Lione
Sant'Ireneo di Lione
Sant'Ireneo di Lione

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Ireneo di Lione
 
Data della ricorrenza: 28 giugno
 
Periodo: 130-202
 
Grado della celebrazione: memoria obbligatoria
 
Titolo: ,
 

Preghiera


O Dio, che al vescovo sant’Ireneo hai dato la grazia di confermare la tua Chiesa nella verità e nella pace, fa’ che per sua intercessione ci rinnoviamo nella fede e nell’amore, e cerchiamo sempre ciò che promuove l’unità e la concordia.


In sintesi

Teologo, vescovo, martire e padre della Chiesa: è Ireneo di Lione, il santo del giorno 28 giugno, un grande difensore della fede contro le eresie.

0
Posted 28 Giugno 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
Sant'Ireneo di Lione

Sant’Ireneo di Lione

Il 28 giugno ricorre la memoria di sant’Ireneo di Lione, vescovo e martire, teologo e padre della Chiesa.

Sant’Ireneo nacque a Smirne all’incirca nel 130 e morì poi a Lione nel 202. Originario dell’Asia Minore, a Smirne fu uditore di san Policarpo. Approdato in Gallia, divenne sacerdote e vescovo della Chiesa di Lione.

Molteplice fu la sua attività di maestro e testimone della tradizione apostolica. Diffuse il messaggio evangelico per largo raggio, si fece promotore di riconciliazione nella controversia sulla Pasqua, tutelò l’integrità della dottrina cristiana minacciata dallo gnosticismo, approfondì in opere di grande valore la comprensione delle Scritture e dei misteri della fede: la Trinità, il Cristo centro della storia, l’Eucaristia che assume e trasforma l’umile materia della creazione.

Di lui papa Benedetto XVI ha tracciato un bellissimo profilo:

Ireneo è innanzitutto un uomo di fede e un Pastore. Del buon Pastore ha il senso della misura, la ricchezza della dottrina, l’ardore missionario. Come scrittore, persegue un duplice scopo: difendere la vera dottrina dagli assalti degli eretici, ed esporre con chiarezza le verità della fede. A questi fini corrispondono esattamente le due opere che di lui ci rimangono: i cinque libri Contro le eresie, e l’Esposizione della predicazione apostolica (che si può anche chiamare il più antico «catechismo della dottrina cristiana»). In definitiva, Ireneo è il campione della lotta contro le eresie.

La sua deposizione a Lione (Francia) il 28 giugno è ricordata dal martirologio geronimiano (sec. VI).

Leggiamo nel Martirologio Romano: «Memoria di sant’Ireneo, vescovo, che, come attesta san Girolamo, fu, da piccolo, discepolo di san Policarpo di Smirne e custodì fedelmente la memoria dell’età apostolica; fattosi sacerdote del clero di Lione, succedette al vescovo san Potino e si tramanda che come lui sia stato coronato da glorioso martirio. Molto disputò al riguardo della tradizione apostolica e pubblicò una celebre opera contro le eresie a difesa della fede cattolica».

Alcune citazioni di sant’Ireneo di Lione

  • Dove è la Chiesa, là è anche lo Spirito di Dio; e dove è lo Spirito di Dio là è la Chiesa e ogni grazia. E lo Spirito è verità.
  • È questa è la prova più completa che una e medesima è la fede vivificante degli apostoli, che è stata conservata e trasmessa nella verità.
  • Il messaggio della Chiesa è dunque veridico e solido, poiché essa addita a tutto il mondo una sola via di salvezza.
  • La gloria di Dio dà la vita; perciò coloro che vedono Dio ricevono la vita.
  • La gloria di Dio è l’uomo vivente e la vita dell’uomo è la visione di Dio.
  • La natura umana portava il Verbo di Dio, ma era il Verbo che sosteneva la natura umana.
  • Mentre Eva, sviata dal messaggio del diavolo, disobbedì alla parola divina e si alienò da Dio, Maria invece, guidata dall’annuncio dell’angelo, obbedì alla parola divina e meritò di portare Dio nel suo grembo.

Foto | Di Lucien Bégule (photo Gérald Gambier) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.