Random Article


Sant’Agnese, vergine e martire

 
Sant'Agnese
Sant'Agnese
Sant'Agnese

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Agnese
 
Data della ricorrenza: 21 gennaio
 
Periodo: fine III secolo o inizio IV
 
Patronato: vergini, fidanzate e giardinieri, patrona principale dell'Ordine della Santissima Trinità; a L'Aquila si celebra la festa di Sant'Agnese e delle Malelingue
 
Iconografia: agnello, giglio, palma
 
Grado della celebrazione: memoria
 
Titolo: ,
 

Preghiera


Dio onnipotente ed eterno, che scegli le creature miti e deboli per confondere le potenze del mondo, concedi a noi, che celebriamo la nascita al cielo di sant’Agnese vergine e martire, di imitare la sua eroica costanza nella fede.


In sintesi

Il 21 gennaio la chiesa celebra la memoria di sant’Agnese, giovane romana che preferì morire invece di tradire la sua fede in Gesù, il Cristo.

0
Posted 21 Gennaio 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
Sant'Agnese

Sant’Agnese, vergine e martire

21 gennaio: santa del giorno è la giovane Agnese, venerata come vergine e martire dalla chiesa.

Sant’Agnese, romana, non ancora sedicenne, posta nell’alternativa fra Cristo e questa vita mortale, scelse senza esitazione il suo sposo celeste, al quale, come desiderava, si unì per sempre mediante il martirio. La tradizione sulla sua passione ebbe grande popolarità e fu raccolta da papa Damaso († 384), da sant’Ambrogio, da Prudenzio e da altri scrittori ecclesiastici antichi. Secondo la «Depositio martyrum» (354), la sua memoria si celebra a Roma nel celebri catacombe che portano il suo nome sulla via Nomentana il 21 gennaio. Il nome di Agnese è ricordato nel Canone Romano.

Il Martirologio Romano commemora in questo modo la santa: “Memoria di sant’Agnese, vergine e martire, che, ancora fanciulla, diede a Roma la suprema testimonianza di fede e consacrò con il martirio la fama della sua castità; vinse, così, sia la sua tenera età che il tiranno, acquisendo una vastissima ammirazione presso le genti e ottenendo presso Dio una gloria ancor più grande; in questo giorno si celebra la deposizione del suo corpo”.

Nell’iconografia sant’Agnese è raffigurata con un agnello in braccio, simbolo delle docilità e della purezza. L’immagine dell’agnello in braccio ad Agnese è l’occasione per una celebrazione del tutto particolare che si svolge alla presenza del papa: la mattina del 21 gennaio, festa di sant’Agnese, vengono presentati al papa due agnelli che sono stati benedetti dall’Abate Generale dei Canonici Regolari Lateranensi nella Basilica sulla Via Nomentana. Gli agnelli sono allevati dai monaci trappisti dell’Abbazia delle Tre Fontane a Roma, mentre le monache di clausura del convento romano di Santa Cecilia in Trastevere provvedono poi a filarne la lana per la confezione dei Pallii dei nuovi Arcivescovi Metropoliti. Il Pallio è un’insegna liturgica d’onore e di giurisdizione che viene indossata dal Papa e dagli Arcivescovo Metropoliti nelle loro Chiese e in quelle delle loro Province. Il Pallio destinato agli Arcivescovi Metropoliti è costituito da una stretta fascia di stoffa, tessuta in lana bianca, decorata da sei croci in seta nera. Il rito dell’imposizione dei Pallii agli Arcivescovi Metropoliti è compiuto dal Santo Padre il 29 giugno, nella Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.

Foto | Theodoric of Prague [Public domain], via Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.