Random Article


Sant’Antonio abate

 
Sant'Antonio abate
Sant'Antonio abate
Sant'Antonio abate

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Antonio, abate
 
Data della ricorrenza: 17 gennaio
 
Periodo: 251 circa – 357
 
Patronato: eremiti, monaci, canestrai, animali
 
Iconografia: pastorale, maiale, campana, croce a T
 
Grado della celebrazione: memoria
 
Titolo:
 

Preghiera


O Dio, che hai ispirato a sant’Antonio abate di ritirarsi nel deserto, per servirti in un nuovo modello di vita cristiana, concedi anche a noi per sua intercessione di superare i nostri egoismi per amare te sopra ogni cosa.


In sintesi

17 gennaio: il santo del giorno è Antonio abate, eremita dei primi secoli del cristianesimo, venerato anche come patrono degli animali.

1
Posted 17 Gennaio 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
Sant'Antonio abate

Sant’Antonio abate

Sant’Antonio abate, patrono degli animali, è il santo del giorno del 17 gennaio. In questo giorno in molte città si usa far benedire gli animali in ricordo di sant’Antonio abate: si tratta di un’usanza medievale nata in Germania e poi diffusa in tutta la cristianità. È conosciuto anche come sant’Antonio il Grande, sant’Antonio d’Egitto, sant’Antonio del Fuoco, sant’Antonio del Deserto, sant’Antonio l’Anacoreta.

Antonio abate nacque nell’Alto Egitto all’incirca nel 250 e morì nel 356. Si sentì chiamato a seguire il Signore nel deserto udendo nella liturgia il vangelo: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi e dallo ai poveri» (Mt 19, 21); «Non affannatevi per il domani» (Mt 6, 34). Il suo esempio ebbe vasta risonanza e fu segnalato a tutta la Chiesa da sant’Atanasio.

Antonio abate è considerato il padre di tutti i monaci e di ogni forma di vita religiosa. Sensibile ai problemi del suo tempo, collaborò per il bene comune con i responsabili della vita ecclesiastica e civile. I Copti, i Siri e i Bizantini ricordano il suo «giorno natalizio» il 17 gennaio.

Il Martirologio Romano così lo ricorda: «Memoria di sant’Antonio abate, che, rimasto orfano, facendo suoi i precetti evangelici distribuì tutti i suoi beni ai poveri e si ritirò nel deserto della Tebaide in Egitto, dove intraprese la vita ascetica; si adoperò pure per fortificare la Chiesa, sostenendo i confessori della fede durante la persecuzione dell’imperatore Diocleziano, e appoggiò sant’Atanasio nella lotta contro gli ariani. Tanti furono i suoi discepoli da essere chiamato padre dei monaci».

È patrono degli eremiti, dei monaci e dei canestrai, oltre che di tantissimi comuni e parrocchie. Tra i suoi attributi iconografici troviamo il bastone pastorale degli abati, il maiale, la campana, e la croce a T.

Frasi e detti di sant’Antonio abate

  • È dal prossimo che ci vengono la vita e la morte. Perché se guadagniamo il fratello, è Dio che guadagniamo; e se scandalizziamo il fratello è contro Cristo che pecchiamo.
  • Il pessimo male dell’anima sono i desideri insaziabili di ricchezze e piaceri, uniti all’ignoranza della verità.
  • La Pace è a prezzo della moderazione dei desideri, il nostro desiderare continuo ci riempie di agitazione.
  • Siamo grati al medico anche per il medicamento doloroso; di fronte al patire dobbiamo esser grati a Dio; qualunque cosa ci accada è per il nostro bene.
  • Un fratello disse al padre Antonio: prega per me! L’anziano gli dice: Non posso io avere pietà di te, e neppure Dio, se non sei tu stesso ad impegnarti nel pregare Dio.
  • Verrà un tempo in cui gli uomini impazziranno, ed al vedere uno che non sia pazzo, gli si avventeranno contro dicendo: – Tu sei pazzo! a motivo della sua dissomiglianza da loro.
  • Vidi tutte le reti del Maligno distese sulla terra e dissi gemendo: – Chi mai potrà scamparne? E udii una voce che mi disse: – l’umiltà.

Foto | Pontormo [Public domain o Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


One Comment


  1.  
    Benito

    Buon onomastico alle persone che si chiamano “Antonio”





Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.