Random Article


Sant’Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa

 
Sant'Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa
Sant'Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa
Sant'Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Atanasio
 
Data della ricorrenza: 2 maggio
 
Periodo: 295-373
 
Grado della celebrazione: Memoria obbligatoria
 
Titolo: ,
 

Preghiera


Dio di infinita sapienza, che hai suscitato nella tua Chiesa il vescovo sant’Atanasio, intrepido assertore della divinità del tuo Figlio, fa’ che per la sua intercessione e il suo insegnamento cresciamo sempre nella tua conoscenza e nel tuo amore.


In sintesi

Sant’Atanasio il Grande, vescovo di Alessandria d’Egitto, fine teologo e dottore della Chiesa, è il santo del giorno 2 maggio.

0
Posted 2 Maggio 2016 by

 
Il santo del giorno
 
 
Sant'Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa

Sant’Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa

2 maggio: santo del giorno è sant’Atanasio, detto il Grande, che fu vescovo di Alessandria d’Egitto ed è uno dei dottori della Chiesa. Secondo lo storico e traduttore francese Jean-Philippe-René dе La Bléterie (1696 – 1772), sant’Atanasio fu “il più grande uomo del suo secolo, anzi, considerato sotto tutti gli aspetti, il più grande di quanti n’abbia avuti la Chiesa”.

Atanasio nacque ad Alessandria d’Egitto all’incirca nel 295 e morì nella stessa città il 2 maggio 373 (la sua «deposizione» il 2 maggio è ricordata nei riti copto e alessandrino.). Come scrive il Messale Romano “fu l’indomito assertore della fede nella divinità di Cristo, negata dagli Ariani e proclamata dal Concilio di Nicea (325). Per questo soffrì persecuzioni ed esili”.

Molte sono le sue opere, tra cui ricordiamo la Vita di sant’Antonio abate e grazie a questo suo testo l’ideale monastico proprio dei padri del deserto si diffuse anche in Occidente.

Il Martirologio Romano così ne rammenta la figura: Memoria di sant’Atanasio, vescovo e dottore della Chiesa, di insigne santità e dottrina, che ad Alessandria d’Egitto dai tempi di Costantino fino a quelli dell’imperatore Valente combatté strenuamente per la retta fede e, subite molte congiure da parte degli ariani, fu più volte mandato in esilio; tornato infine alla Chiesa a lui affidata, dopo aver lottato e sofferto molto con eroica pazienza, nel quarantaseiesimo anno del suo sacerdozio riposò nella pace di Cristo».

Foto | Di Michael Damaskenos (http://eib.xanthi.ilsp.gr/gr/icons.asp) [Public domain], attraverso Wikimedia Commons




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.