Random Article


Santa Caterina d’Alessandria, vergine e martire

 
Santa Caterina d'Alessandria
Santa Caterina d'Alessandria
Santa Caterina d'Alessandria

 
La scheda del santo del giorno
 

Nome: Santa Caterina d'Alessandria
 
Data della ricorrenza: 25 novembre
 
Periodo: secoli III - IV
 
Patronato: Filosofi, Studenti, Mugnai, Ceramisti
 
Iconografia: Anello, Palma, Ruota dentata
 
Grado della celebrazione: memoria facoltativa
 
Titolo: ,
 

Preghiera


Dio onnipotente ed eterno, che hai dato al tuo popolo santa Caterina, vergine e martire intrepida, per sua intercessione concedi a noi di essere saldi nella fede, forti nella perseveranza e di operare assiduamente per l’unità della Chiesa.


In sintesi

Il 25 novembre la chiesa celebra santa Caterina d’Alessandria, donna molto sapiente secondo le fonti e per questo patrona di filosofi e studenti.

0
Posted mercoledì, 25 Novembre 2015 by

 
Il santo del giorno
 
 
Santa Caterina d'Alessandria

Raffaello Sanzio, Santa Caterina d’Alessandria, olio su legno di pioppo, circa 1507

25 novembre: la chiesa cattolica – e tutte le chiese cristiane che venerano i santi – fanno memoria di santa Caterina di Alessandria d’Egitto, vergine e martire, vissuta a cavallo dei secoli III e IV.

Si narra che la vergine Santa Caterina di Alessandria, dotata di acuta intelligenza, sapienza e fortezza d’animo, testimoniò con il martirio la propria fede. Il suo corpo è venerato con pia devozione nel celebre cenobio sul monte Sinai. Secondo la leggenda, infatti, dopo che Caterina d’Alessandria era stata decapitata, alcuni angeli portarono miracolosamente il suo corpo da Alessandria fino al Sinai, dove ancora oggi l’altura vicina a Gebel Musa (Montagna di Mosè) si chiama Gebel Katherin.

Di lei scrive il Martirologio Romano: “Santa Caterina, secondo la tradizione vergine e martire ad Alessandria, ricolma di acuto ingegno, sapienza e forza d’animo. Il suo corpo è oggetto di pia venerazione nel monastero sul monte Sinai”.

Santa Caterina d’Alessandria è patrona dei filosofi, degli studenti, dei mugnai e dei ceramisti; suoi attributi iconografici sono l’anello, la palma e la ruota dentata. Quest’ultima – che è lo strumento del suo martirio – di fatto lega santa Caterina d’Alessandria a diverse categorie di arti e mestieri che hanno a che fare con la ruota e che, pertanto, venerano la santa come loro patrona.




Agiografo

 


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.