Random Article


L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo Donati

 
L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo Donati
L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo Donati
L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo Donati

 
Il libro e il vino
 

Titolo libro: L'educazione delle fanciulle. Dialogo tra due signorine perbene
 
Autore: Franca Valeri; Luciana Littizzetto (a cura di Samanta Chiodini)
 
Nome vino: Malvasia dolce frizzante (Camillo Donati)
 
Genere:
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto vino
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 


User Rating
3 total ratings

 

Aspetti positivi


Il vino ha una straordinaria facilità di beva e il suo basso tenore alcolico fa sentire meno in colpa nel bere il secondo bicchiere. Il libro è ironico, simpatico e irriverente .

Aspetti negativi


Da quando lo conosco il prezzo della Malvasia, non smette di aumentare, anche se parliamo di pochi centesimi alla volta: il rischio è quello di arrivare a costare un po' troppo. Il libro forse poteva scavare un po' di più invece di rimanere così in superficie.


In sintesi

Il malvasia frizzante di Camillo Donati ben rispecchia le caratteristiche del libro “L’educazione delle fanciulle” di Franca Valeri e Luciana Littizzetto.

0
Posted 20 Luglio 2013 by

 
Il nostro abbinamento
 
 

L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo DonatiPer non essere eccessivamente pedanti oggi ci dedichiamo a un libro leggero e divertente che mette a confronto due generazioni e due educazioni differenti. Parliamo de L’educazione delle fanciulle. Dialogo tra due signorine per bene (a cura di Samanta Chiodini) in cui Franca Valeri e Luciana Littizzetto si alternano in una lunga chiacchierata, tipo intervista doppia delle Iene, raccontandoci il loro vissuto e il loro punto di vista sugli argomenti più disparati.

Milanese la prima e torinese la seconda, parlano e si confrontano sul sesso e sull’innamoramento, sul corteggiamento e sugli stereotipi della vita di coppia, sino all’argomento spinoso dell’economia domestica e della cucina e dell’interpretazione che ne viene data oggi da famosi ristoranti stellati.

Un libro acuto e ironico, che non vi cambierà la vita, né vi farà riflettere sulle sorti del mondo, ma è probabile che vi strappi un sorriso in metropolitana o vi allieti qualche ora sotto l’ombrellone in spiaggia.

Poco impegnativo sia per la dimensione (circa cento pagine) che per linguaggio, comodo e pratico da portare in borsa, è stato pubblicato nel 2011 da Einaudi.

La Malvasia frizzante di Camillo Donati

L’educazione delle fanciulle con la Malvasia frizzante di Camillo DonatiQuella di Camillo Donati è una piccola azienda familiare situata a venti chilometri a sud di Parma, composta da sette ettari di vigneti di proprietà più quattro in affitto. A duecentocinquanta metri sul livello del mare, in località Barbiano Felino, quest’uva aromatica, cresce e dona i propri frutti che nelle sapienti mani di Camillo e dei suoi collaboratori, vengono vinificati nel rispetto della natura limitandosi a poche operazioni e rifermentazioni naturali in bottiglia. I vini non sono chiarificati né filtrati, non si usano enzimi né lieviti selezionati, ma solo cura, attenzione e amore. Strano a dirsi, ma questi tre ingredienti funzionano.

La Malvasia di Candia è un mosto d’uva parzialmente fermentato, procedimento che rende il vino dolce (non tutto lo zucchero viene trasformato in alcol) e allo stesso tempo poco alcolico.

Adoro questo vino e ne ho comprate parecchie bottiglie. Portato in famiglia ha suscitato un’espressione perplessa, come a chiedermi perché proprio io che son sommelier avessi voluto omaggiarli di una “spremuta d’uva frizzante”. A volte è meglio togliere che aggiungere. E a tanti vini che non vedono l’ora di impressionare le tue papille gustative, è una gioia contrapporre e bere, e sottolineo bere e non degustare, un vino che sia genuino, buono, facile, gradevole e un po’ rustico. Intendiamoci, è un vino che non ha paura dell’esame gustativo, ma è un peccato concentrarsi sulle singole molecole che lo compongono: meglio dedicarsi all’armonioso insieme, che mette allegria e rinfranca lo spirito.

Sul sito di Camillo Donati si consiglia di farci la zuppetta con i biscotti, oltre che abbinarlo alla pasticceria secca. Il mio suggerimento è quello di scegliere ampi bicchieri, indovinare la giusta temperatura, non troppo fredda né troppo calda, e versare una generosa quantità. E poco importa dei sofismi, dei riconoscimenti olfattivi e del bon ton.

Vino dolce, frizzante e leggero come Franca Valeri e Luciana Littizzetto che dialogano sull’educazione delle fanciulle. Un vino che credo rispecchi pienamente le caratteristiche di questo libro.




Anais Vin

 
Sono nata a Roma nell'anno del titolo di un celebre libro di Orwell. Normalmente vivo qui, ma mi sposto di frequente. Leggo molto e bevo altrettanto. Amo la buona compagnia, il cibo, viaggiare e la musica. Anais Vin è lo pseudonimo che utilizzo per questa rubrica; il mio vero nome è Alessia Cattarin.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.