Random Article


Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina

 
Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina
Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina
Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina

 
Il libro e il vino
 

Titolo libro: Tenera è la notte
 
Autore: Francis Scott Fitzgerald
 
Nome vino: Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina
 
Genere:
 
Voto libro
 
 
 
 
 


 
Voto vino
 
 
 
 
 


 
Total Score
 
 
 
 
 


User Rating
4 total ratings

 

Aspetti positivi


Le descrizioni fatte da Fitzgerald, tanto dei paesaggi quanto dei caratteri dei personaggi, sono davvero belle, accurate, senza essere noiose. Il vino è ben fatto e godibile.

Aspetti negativi


Non trovo grandi difetti, mi sembrano entrambi equilibrati nei vari aspetti.


In sintesi

Credo che il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterinasi sposi alla frivolezza e alla piacevolezza narrate in da Fitzgerald in “Tenera è la notte”.

0
Posted 9 Novembre 2013 by

 
Il nostro abbinamento
 
 

Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa CaterinaTenera è la notte è il quarto romanzo dello scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald (1896-1940), recentemente tornato alla ribalta per il film tratto dal suo romanzo il Grande Gatsby. Insieme a Hemingway, John Steinbeck, T. S. Eliot e altri apparteneva della corrente letteraria Generazione perduta.

Tender is the night, che trae spunto dalla vita stessa dello scrittore, non fu il romanzo più fortunato di Francis Scott Fitzgerald, anche se lui vi lavorò a lungo.

Il libro si apre su una spiaggia, dove un’acerba attrice americana appena arrivata in Costa Azzurra fa conoscenza con gli habitué locali. Qui si innamora del bel dottor Dick Diver, sposato alla ricchissima e affascinante ereditiera Nicole. Il matrimonio fra i due è solido nonostante la malattia mentale di lei e l’infatuazione di lui per l’angelica Rosemary. Però a seguito di viaggi sfarzosi e all’impegno lavorativo nella clinica, il loro matrimonio andrà degradandosi, complice la vecchia infatuazione del dottore per l’attrice e l’affetto che Nicole nutre per un amico di famiglia. Il romanzo si chiude senza drammi, con un accordo comune fra i due ex coniugi, anche se del dottore si avranno solo vaghe informazioni.

Il libro è molto piacevole, scorre bene e le descrizioni inquadrano precisamente la vita di una ricca borghesia poco dedita al lavoro, ma piuttosto vacanziera, nella sua prima accezione, quando cioè le vacanze non erano concepite come ai giorni nostri e non erano certo di massa, tanto che a volte andavano anche inventate le strutture ricettive.

Il mio abbinamento è con il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina.

Il Vermentino Colli di Luni di Santa Caterina

Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald e il Vermentino Colli di Luni di Santa CaterinaIl Vermentino è un vitigno a bacca bianca, molto diffuso nella nostra penisola, soprattutto in Liguria, Sardegna e Toscana. Le origini non sono chiare: non si comprende se dall’Italia sia stato esportato in Spagna o viceversa, ma sembra comunque che vadano ricercate nel Medio Oriente.

Il Vermentino Colli di Luni dell’azienda Santa Caterina sita in Sarzana, provincia di La Spezia, è coltivato sulla collina di Santa Caterina, su terreno argilloso di origine alluvionale caratterizzato da una colorazione rossa. Il Vermentino è in purezza, fermenta in acciaio con i lieviti indigeni, e vi matura anche. Viene seguita l’agricoltura biodinamica, che in questo vino non genera alcun tipo di difetto.

Il colore è giallo paglierino. Il naso è elegante e ampio. Si possono facilmente riscontrare sentori di agrumi, fiori di campo, erba anche aromatica. In bocca è pieno, vivace, sapido. Il prezzo è di circa 11 euro.

Immagino i protagonisti di Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald sulla spiaggia, intenti a chiacchierare e a prendere il sole, con la vista sul mar Mediterraneo in questo angolo della Costa Azzurra. Me li figuro bere e mangiare. Credo che questo vino sia perfetto per l’occasione, e che si sposi alla frivolezza e alla piacevolezza del momento come anche ai piatti di mare.

I 50 mg/l di solforosa lo rendono più leggero, riportandomi alla facilità di consumo e di spensieratezza come quella intercorsa tra Diver e Rosemary.




Anais Vin

 
Sono nata a Roma nell'anno del titolo di un celebre libro di Orwell. Normalmente vivo qui, ma mi sposto di frequente. Leggo molto e bevo altrettanto. Amo la buona compagnia, il cibo, viaggiare e la musica. Anais Vin è lo pseudonimo che utilizzo per questa rubrica; il mio vero nome è Alessia Cattarin.


0 Comments



Be the first to comment!


Leave a Response


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.